Questo sito contribuisce alla audience di

TUTTO SU DIAKITE’: Forza da vendere, duttilità, ma anche un brutto infortunio, l’inattività per un mancato rinnovo e…due auto bruciate!

diakiteModibo Diakitè è stato l’ultimo acquisto, in ordine cronologico, della Fiorentina, in questo mercato di riparazione. Il giocatore francese (con passaporto maliano), è arrivato in viola in prestito secco dal Sunderland, anche se, pare ci sia, un accordo verbale tra le due società, per l’eventuale riscatto del giocatore, da parte della Fiorentina, a giugno. Considerato uno dei giovani più interessanti del pianeta europeo, Diakitè esordisce in Serie A, nel 2007, a soli 20 anni, con la maglia della Lazio, che lo aveva prelevato due stagioni prima dal Pescara. Con la maglia biancoceleste mette subito in mostra le sue doti: grande forza fisica, velocità nell’allungo, nonostante le sue enormi leve (192 cm x 88 kg), e duttilità in campo, in quanto può ricoprire, indistintamente sia il ruolo di centrale difensivo, che quello di terzino destro. La sua esperienza romana, dentro e fuori dal campo, però, non è tutta rosa e fiori, anzi: un brutto infortunio (frattura della tibia), lo costringe ad un periodo di inattività di circa un anno, e successivamente è vittima di alcuni malviventi, che danno fuoco a due auto di sua proprietà, una BMW X5 ed una Smart. E come se non bastasse, nella scorsa stagione, viene messo fuori rosa dalla Lazio, in seguito alla decisione di non rinnovare il contratto. Il suo travagliato rapporto, con la società di Lotito, si conclude a giugno, con il trasferimento al Sunderland; in Inghilterra, sette presenze totali, in sei mesi, prima della chiamata della Fiorentina. Montella e la società ripongono in lui, grande fiducia: è il tassello che mancava per completare il reparto difensivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. marcolucania1973

    NON SO A VOI, MA A ME FINORA È PIACIUTO. CI VOLEVA UNO ROCCIOSO E POTENTE IN DIFESA.

  2. Caro Enrico, sei troppo ottimista, spero che tu abbia ragione, ma con un attacco che non riesce a segnare, una difesa decimata dagli infortuni e un centrocampo lento nei movimenti, la vedo dura; bisogna velocizzare il gioco, ormai siamo prevedibili e tutti hanno preso le contromisure; a Belvaromana dico che Montella non metterà più Roncaglia, nemmeno se fosse decimata tutta la difesa; non lo vedeva bene prima quando giocava al massimo, figuriamoci ora; ha sempre preferito Tomovic perchè più off

  3. Edmundo era l’animale x la sua ‘testa’ e mai ci fu un soprannome + azzeccato visto che era un emerita testa di .., un peccato visto che era davvero straordinario peró ha inciso davvero peco in carriera, lo stesso Mutu di stagioni ttome ne ha fatte comunque tante e pure altri tipo gascoigne etc ma edmundo dopo il carnevale nn è + tornato, poi gioco’ nel napoli e credo malino va be,
    Diakitè era la bestia x il fisico, son tipi di bestie/ animali diversi comunque ok x la roccia.

    X belva, su roncaglia avevo pensato la stessa cosa (pensando a catani fiorentina con il papugomez o con cerci)comunque nn e che a sinistra gioca bonaventura quindi il giovinco argentino comunque se la deve vedere con savic e gonzalo.
    Oggi ci vuole una viola centrata x arrivare ai 3 punti ma nn credo che ci deluderanno sfv

  4. luca tifa la maglia

    non prendetemi per un fanatico del politically correct pero’ di “bestie” ne abbiamo gia’ avuta una: il mitico Edmundo, detto o’animale … se non se ne tornava in brasile x il carnevale si vinceva lo scudetto …. pero’ era tanta roba … stasera occhio a denis

  5. enrico(il saluzzese)

    Il poco che ha giocato è stato buono. La partita di oggi è terribilmente complicata perchè se non si vincesse si andrebbe in crisi.Comunque per me sarà un 3 a 1 per la viola.

  6. Va bene Luca,come desideri,niente piu’ bestia di Acebati se ti disturba. E’ un esordio da centrale impegnativo per lui oggi perche’ Moralez e’ velocino e fastidioso,paradossalmente piu’ adatto a Roncaglia. E’ anche vero che per le due sole partite che ho visto,mi pare che l Atalanta sfrutta molto i calci d angolo e le palle inattive quindi serve pure uno che ci dia di testa. Con oggi due partite appena arrivato:dunque era fisicamente pronto nonostante la tanta panchina fatta in Inghilterra. Speriamo bene

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*