Questo sito contribuisce alla audience di

Un altro scalino per Chiesa: segnare a una big

Federico Chiesa come Davide, il fanciullo eroe biblico capace di sconfiggere Golia, il temibile gigante, poderoso come la Roma di oggi, quella che ha strapazzato il Chelsea in Champions League. Tocca al ragazzo dalla faccia buona cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina, indicato come il simbolo di una nuova era viola, quella 2.0 attorno a cui è stato costruito un nuovo ciclo con Stefano Pioli in cabina di comando. A Chiesa mancano i centri contro le big, sta lavorando per sfatare l’ultimo tabù. Ci dovrà mettere tutto il coraggio di David, quello che con una sola fionda ha steso il gigante Golia. Perché lui della Fiorentina, magari un po’ inesperta, talvolta impacciata, ma capace di metterci l’anima nella maglia e negli scarpini, ci crede eccome. L’orgoglio per essere rimasto in viola Chiesa lo ha ripetuto fin dall’inizio della stagione. Come sottolinea Il Corriere dello Sport-Stadio, Federico sa di avere nel dna i colpi di papà Enrico, come mostrato già con Bologna e Atalanta, ma non gli basta. E’ cresciuto nel segno dell’umiltà e prima di alzare la testa per guardare il percorso compiuto sa bene di dover lavorare ancora tanto. Sa che il ct Ventura lo sta osservando in vista del prossimo Mondiale ed è proprio per questo che intende sfruttare la rampa di lancio viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*