Questo sito contribuisce alla audience di

Un arbitro che è riuscito nella grande impresa di rendere difficile una partita facilissima. E Chiesa non può che recriminare

Esordio in serie A per Daniele Martinelli della Sezione di Roma 2, che è riuscito nella grande impresa di rendere complicata una partita facilissima da gestire visto il fatto che non c’erano interessi di classifica in ballo. Al 35′ episodio importante Chiesa commette fallo su Campagnaro, l’arbitro fischia e contemporaneamente il giovane viola tira a rete, Martinelli di impulso lo ammonisce. Passano due minuti e ancora Chiesa commette fallo su Caprari a centrocampo, l’arbitro non ha dubbi secondo giallo e sotto la doccia. Quasi tutti i viola attorniano l’arbitro “rimproverando” la prima ammonizione che sinceramente era apparsa fuori luogo come poche se ne vedono sui campi di serie A. Al 42′ Campagnaro interrompe con un braccio uno scatto di Bernardeschi…ci sta il giallo che l’arbitro mostra al difensore pescarese solo dopo esplicita richiesta del numero 10 viola.

Nella ripresa al 48′ viene giustamente annullato un gol al Pescara, Bahebeck al momento del cross di un compagno ha un piede in fuorigioco. Al 61′ proteste veementi della Fiorentina: su calcio d’angolo di Hagi i viola chiedono il rigore per un tocco di mani, ma la palla sbatte sul corpo di un difensore del Pescara. Al 77′ Hagi viene giustamente ammonito per un’entrata al limite dell’area. Qualche minuto dopo invece c’è un fallo sullo stesso giocatore rumeno, ugualmente duro, di Zampano provoca le proteste della panchina viola per il mancato giallo. Anche capitan Borja Valero chiede l’intervento sanzionatorio a gran voce ma l’arbitro non ritorna sulla sua decisione, sbagliando ancora.

Nella condotta della gara del signor Martinelli risalta l’espulsione di Chiesa che ha condizionato l’andamento della partita. Il fischietto laziale ha mostrato in questa partita tutta la sua inesperienza (o inettitudine), specialmente nella gestione dei cartellini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. ….a martinelli e’ mancato la regola non scritta, quella del buonsenso, nella prima ammonizione…poi federico chiesa, ingenuamente e per troppa irruenza, si e’ fatto ammonire subito dopo x la seconda volta…che gli serva da esperienza x il futuro.

  2. Robiossigeno; le cose vanno dette tutte e non solo quello che fa comodo. Vai a vedere la classifica senza errori arbitrali di Panorama e collega il cervello prima di scrivere.

  3. d’accordo con mamo che mi fa ricordare l’esordio di un certo bertini a firenze contro il neopromosso chievo e poi sappiamo tutti che cosa ha combinato in seguito.Per il resto almeno per un pò avremo le coronarie e il fegato più rilassati.

  4. robiossigeno

    Cara redazione i commenti offensivi o si mandano tutti oppure nessuno,no?
    Hai ragione, ti chiediamo scusa se ci è sfuggito qualcosa. Redazione

  5. robiossigeno

    Oh fulmine vai a rivederti le partite che ti ho elencato e capisci.

  6. X Gianni uno qua sotto…se il metro di giudizio applicato a Chiesa veniva applicato a Totti, avrebbe finito metà delle partite che ha fatto sotto la doccia…così come X gobbi e zozzoneri…agli altri tutto è permesso e i nostri sono ingenui…bella politica del menga..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*