Un calo comprensibile

La stagione di Federico Bernardeschi era partita sotto i migliori auspici: il numero 10 viola aveva colpito fin da subito Paulo Sousa e la scelta di indossare quella maglia così importante e simbolica sulle rive dell’Arno era stata ricambiata con la doppietta contro il Barcellona di Luis Enrique. Nella formazione tipo di inizio campionato, non c’era il nome di Bernardeschi ma è bastato poco tempo per rientrare nel novero degli irrinunciabili di Sousa: l’infortunio di Blaszczykowski non ha fatto altro che accelerare il percorso. Esterno a tutta fascia nel 3-5-2 viola, la maturazione dell’ex Crotone è giunta finalmente a conclusione e la Fiorentina si è trovata in casa un gioiello prezioso. Ma, com’è comprensibile considerando la giovane età del ragazzo, nelle ultime partite si è registrato un certo calo che ha fatto scalpore, probabilmente perché venuta in contemporanea con la storia d’amore con l’ex gieffina Veronica Ciardi che è stata resa pubblica. Niente paura, una crisi di rigetto era da mettere in conto. Bernardeschi è il futuro della Fiorentina e non possono essere una manciata di partite sbagliate a far cambiare i giudizi su di lui. Stiamo parlando pur sempre di un ragazzo che fino a poche settimane fa era al centro di voci di mercato che lo accostavano ai più grandi club europei. Keep calm, Bernardeschi tornerà presto ad essere quel giocatore importante per gli schemi di Sousa ammirato per tutta la prima parte di stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*