Sanchez e la forzatura difensiva

Sanchez pronto a passare il pallone. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Carlos Sanchez come centrale difensivo sta dimostrando un’estrema discontinuità, alternando partite buone ad altre non certo indimenticabili. Possibile che non ci siano ulteriori alternative alla maniera di difendere della Fiorentina? Paulo Sousa ha una panchina dove i difensori non scarseggiano, ma sono o mal utilizzati, o non utilizzati affatto. La dimostrazione più eclatante sembra quella di Carlos Salcedo. Il difensore messicano classe ’93 che, dopo un errore clamoroso commesso contro il Napoli, ha praticamente ammirato dalla panchina i suoi compagni di reparto giocare. Contro l’Inter è entrato a partita in corso, ma non per ricoprire quel ruolo a lui congeniale, no, per sostituire sulla destra Tomovic, che non è che abbia brillato. Quindi, Sanchez centrale più che un adattamento pare una forzatura, perché avere chi ti ricopre quel ruolo e inutilizzarlo, dà l’aria di un’idea calcistica dell’allenatore che mostra spesse volte qualche lacuna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Sanchez servirebbe davanti alla difesa dove il mago non l’ha mai fatto giocare .Anche la difesa sarebbe piu’ protetta e avremmo evitato di beccare 45 gol con cinque partite ancora da giocare.Vorrei ribadire il fatto che ad ogni inizio di partita sembra che i nostri giocatori non si siano mai allenati insieme.Poi anche il gol di testa di Icardi esattamente come con il Borussia.Dove sono gli schemi?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*