Un doppio incentivo per allontanare la zavorra psicofisica

Pallone-Serie-A-2015-2016

La Fiorentina è arrivata a fine anno con la lingua a ciondoloni, giusto per giocare di metafora. Una squadra stanca forse più dal punto di vista mentale che fisico, anche se molti di fatto sono stati costretti a giocarle praticamente tutte, senza che in alcuna uscita fosse considerabile un risultato diverso dalla vittoria. La gara secca in Coppa Italia e gli scivoloni interni in Europa League hanno costretto Sousa a spremere al massimo le sue risorse e giunti alla sfida con il Chievo, quello che serve è l’ultimo sforzo per andare a raschiare il fondo del barile delle energie. In questo caso la voglia di reagire ad una doppia sconfitta e la possibilità di chiudere al secondo posto potrebbe rappresentare un incentivo importante per scrollarsi di dosso la zavorra nelle gambe e nella mente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA