Un Europeo a tinte (parzialmente) viola

Bernardeschi in Nazionale. Foto: Fornelli/Activa Foto
Bernardeschi in Nazionale. Foto: Fornelli/Activa Foto

E’ terminata ieri la fase a gironi di Euro 2016: da sabato prenderanno il via gli ottavi di finale. Fino ad ora è stato un Europeo a tinte (parzialmente) viola: si sono messi in mostra diversi giocatori della Fiorentina, anche se l’unica stecca è di quelle pesanti. Partiamo dalla Croazia di Badelj e Kalinic, la squadra rivelazione (ma neanche più di tanto) della massima competizione continentale: il centrocampista gigliato è uno degli inamovibili e le sue prestazioni sono state sempre importanti, mentre il numero nove è stato in panchina nelle prime due partite, ma contro la Spagna ha preso il posto di Mandzukic e ha deciso la partita con un bellissimo gol di tacco e con l’assist per il definitivo 2-1 di Perisic. Adesso la sfida con il Portogallo ed un tabellone abbordabile che potrebbe vedere la Croazia arrivare in finale. Mario Gomez, dopo venti minuti contro la Polonia, si è preso la maglia da titolare contro l’Irlanda del Nord ed ha deciso la partita con il decisivo gol dell’1-0. A gioire, oltre ai tifosi tedeschi, anche i dirigenti gigliati che sono al lavoro per liberarsi dell’ingaggio dell’ex Bayern e contemporaneamente incassare qualche milione per la sua cessione. Kuba Blaszczykowski, ormai ex viola, è stato uno dei giocatori più importanti della Polonia che ha terminato il girone al secondo posto a pari punti proprio con la Germania: l’esterno ha segnato il gol decisivo contro l’Ucraina ed ha servito l’assist a Milik per l’1-0 contro l’Irlanda del Nord. Le note dolenti arrivano con Federico Bernardeschi: il talento gigliato non ha sfruttato l’occasione concessagli da Antonio Conte ed è risultato il peggiore dei suoi, venendo anche graziato dall’arbitro che non ha assegnato un calcio di rigore agli irlandesi per fallo proprio del Berna.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*