Questo sito contribuisce alla audience di

Un fantasma di nome Cristoforo

Cristoforo prende palla a centrocampo. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Arrivato dal Siviglia con l’etichetta di riserva utile per gli spagnoli, Cristoforo nell’immaginario dei tifosi viola poteva rappresentare un colpo alla Corvino, un giocatore di qualità che aveva solo bisogno di giocare. Le prime apparizioni in Europa League avevano anche mostrato buone qualità, ma da quando Cristoforo ha incassato la fiducia di Sousa, con le due maglie da titolare di fila, è diventato una specie di fantasma, uno spettatore non pagante in una postazione privilegiata. Assente dalla manovra e poco incisivo nelle conclusioni, l’ex Siviglia è apparso un pesce fuor d’acqua, una scommessa tutto sommato persa dalla società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Corvino ha fatto molti errori e non mi sembra una buona decisione averlo richiamato a Firenze. Rimpiango Pradè

  2. Altro pacco da rispedire a casa insieme a tutti gli acquisti fatti da corvino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*