Questo sito contribuisce alla audience di

Un giovane potrebbe rientrare alla Fiorentina già a gennaio

Nicolò Gigli. Foto: Violachannel.tv

Secondo quanto raccolto da Tuttomatera.com Nicolò Gigli, difensore centrale di proprietà della Fiorentina in prestito al Matera, potrebbe fare ritorno a Firenze in questa sessione di mercato. Infatti, il club gigliato non sembra essere soddisfatto del minutaggio acquisito in questa prima parte di stagione dal proprio difensore e starebbe pensando di farlo ritornare alla base per cederlo in un altro club di Lega Pro. La stessa cosa con Gigli, la Fiorentina la fece anche lo scorso inverno. Dopo i primi sei mesi, il club guidato dai Della Valle, richiamarono il giocatore per faro ritornare alla base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Negli anni passati la fiorentina ha regalato I suoi giovani migliori e a acquistato giocatori molto peggiori

  2. FRA, è ovvio che come tutti posso sbagliare le valutazioni e che la carriera di un diciottenne non dipende solo dalle potenzialità ma da tanti fattori, in primis il carattere e la testa. Infatti alcuni su cui avrei giurato sono scomparsi ma tuttavia giusto per capirsi fui il primo a segnalare (su un altro sito) Camporese quando aveva 16 anni e a parlare di Bernardeschi come il vero crack della Primavera quando tutti “vedevano” solo Capezzi. E in senso opposto previdi nessun successo per Agyei quando tutti lo davano per emergente. Per me Gigli aveva ottime potenzialità così come le aveva Mancini, sbolognato da Corvino ed ora approdato alla Serie A. Preciso che non sto parlando di futuri titolari della Fiorentina ma di prodotti del vivaio che possono essere, se mi passi l’orrenda espressione, proficuamente “commercializzati” con cessioni o meglio ancora scambiandoli con giovani ancora migliori. Niente di più e niente di meno di quello che fa la Juve (ed anche la Roma) con i suoi giovani: la serie A è piene di prodotti dei due vivai. Invito anche te alla prudenza nelle valutazioni perchè come si può sbagliare in positivo si può sbagliare anche in negativo. ENRICO, nessun problema, come dicevo a FRA si tratta di legittime valutazioni differenti ma il punto non era nè il rimpianto per un Gigli come futuro titolare nè una comparazione tra calciatori ma quello che ho ampiamente discusso nei due post. Ciao a entrambi.

  3. Il dubbio Gigli forte ma quando è successo forse in un altro universo ho seguito spesso le partite della Fiorentina Primavera e onestamente non mi è mai sembrato un giovane forte e poi basta dire che le altre squadre non fano giocare i nostri giovani Nangu gioca nella Reggina quasi sempre titolare idem Venuti nel Benevento , la verità è che se uno è bravo sfonda .
    La cosa più logica da farsi sarebbe comprare una società che gioca in lega Pro e cosi potrai mandarci i giovani più promettenti , non si può ma vedo che Lotito l’ha fatto con la Salernitana ecco come caomai possiamo valorizzare i nostri giovani.

  4. Gigli non era male in primavera, ma per come la vedo io camporese madrigali mancini e ora chrzanowski sono o possono essere meglio di lui..
    Sulla politica da seguire son d’accordo, servirebbero contratti che prevedessero un certo minutaggio a cui si corrisponde una specie di premio.. Anche se la cosa migliore per me sarebbero le squadre B di cui se ne parlava molto tempo fa e poi tutto è finito in ombra.. Questo sarebbe l’unico modo per dare continuità ai nostri ragazzi, credere che tutti possano essere come Berna e chiesa sarebbe utopia, ci son ragazzi che il passo giovanili-professionismo lo soffrono di più..

  5. Assolutamente sbagliata la politica della Fiorentina sui giovani del vivaio. Le società di Lega Pro li prendono in prestito gratuito solo per completare le rose ma poi non li fanno giocare preferendo ovviamente valorizzare i propri. Il prestito deve essere gratuito solamente se raggiungono un certo numero di presenze o ancora meglio si devono premiare (con soldi) le squadre che li fanno giocare perchè solo così possono crescere. In particolare Gigli era il nostro più forte centrale, di gran lunga migliore dei vari Ferigra e Chrzanowski che Corvino si accatta in giro per il mondo. A Lecce infatti divenne titolare ma ebbe la sfortuna di infortunarsi e stette fuori a lungo. Ora fra una cosa e l’altra sono quasi due anni che non gioca e forse è perso per il calcio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*