Questo sito contribuisce alla audience di

Un grandissimo BISONTE: Un punto d’oro nella trasferta più difficile

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO-IL BISONTE FIRENZE 3-2 (24-26, 25-16, 25-18, 23-25, 15-11)

 UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Lyubushkina 19, Degradi ne, Rania, Michel 10, Leonardi (L), Marcon 7, Perry 1, Camera, Diouf 23, Wolosz 5, Havelkova 18, Pisani ne. All. Parisi.

IL BISONTE FIRENZE: Mastrodicasa 4, Petrucci 5, Liliom ne, Turlea 23, Negrini 11, Poggi ne, Pascucci 15, Parrocchiale (L1), Savelli (L2) ne, Pietrelli, Calloni 11, Bertone 3, Vingaretti ne. All. Vannini.

Arbitri: Piluso – Montanari.

Il Bisonte Firenze si conferma squadra da trasferta, e va vicino a un’altra impresa: dopo aver conquistato un punto allo Sporting Palace ed espugnato il PalaBanca, si ferma a un soffio dal violare anche il mitico PalaYamamay, per l’occasione gremito da più di 4300 spettatori, cedendo solo al tie break contro Busto Arsizio. Il punto conquistato è comunque preziosissimo, perché permette alla squadra di Francesca Vannini di chiudere il girone d’andata, e il suo splendido 2014, a quota undici, con sette lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. Soprattutto però va sottolineata la grande reazione delle bisontine, che hanno subito messo da parte la sconfitta nel derby e sono riuscite a giocare un’ottima partita contro la Yamamay, non facendosi intimidire dal grande tifo avversario e tornando a mostrare quegli occhi della tigre che hanno permesso loro di arrivare a un passo dal successo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA