Un Kalinic da ritrovare

Kalinic Primo Piano

Sulle pagine del Corriere dello Sport-Stadio viene fatta un’analisi del rendimento dell’attaccante della Fiorentina Nikola Kalinic nelle ultime giornate:

“Dieci gol e tre assist nelle prime diciassette giornate di Serie A, poi il vuoto. Nikola Kalinic deve ritrovare se stesso. Solo un centro nelle ultime 10 partite, a Bergamo contro l’Atalanta: la Fiorentina ha bisogno del suo centravanti ed è ora, con il calendario che, sulla carta, sorride ai viola, che non può fallire. E’ arrivato a Firenze con il compito di cancellare il pallido ricordo di Mario Gomez – 16 reti e 3 passaggi vincenti fin qui con la maglia del Besiktas – e ora non può stare a guardarsi intorno. Tatticamente, fin qui, ha lavorato tantissimo per la squadra: ha recuperato palloni in mezzo al campo, ha mostrato più volte il suo volto da combattente assoluto, come nella gara contro l’Inter, eppure non è bastato. Ha dovuto fare i conti con la stanchezza figlia di un anno solare, il 2015, zeppo di partite e di novità, non ultimo il trasferimento in Italia dopo che in Ucraina aveva già disputato quattro partite ufficiali (impreziosite da tre reti) ed ora tocca a Paulo Sousa trovare l’alchimia giusta per riportarlo al centro della Fiorentina. Pure Babacar, l’attaccante senegalese figlio del settore giovanile viola, può dargli una mano: centellinato nelle sue presenze, il centravanti d’ebano ha comunque quasi sempre sferrato la zampata vincente quando chiamato in causa. […]”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Marius il saputone, ma di quali spazi parli, ma le vedi le partite o leggi solo i giornali, se è sempre circondato da tre o quattro difensori, emettere sentenze per voler dimostrare che si è competenti è facile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*