Questo sito contribuisce alla audience di

UN MENU’ AL QUALE MANCANO LE PORTATE PIU’ IMPORTANTI

Mario Cognigni in compagnia di Pantaleo Corvino. Foto: Fiorentinanews.com

Sangue freddo e cuore caldo. Il primo è un requisito indispensabile per chi tifa viola. Il secondo è un auspicio, perché oggi se c’è qualcosa di veramente freddo nel petto di ogni fiorentino che segue la Fiorentina, è proprio il cuore. Per riattivarlo non c’è barba di massaggio cardiaco: occorre defibrillare con l’acquisto di almeno un paio di calciatori. Due top player, si sarebbe detto qualche anno fa (oggi il termine, allora abusatissimo, pare quasi estinto), e non due “prospetti” (nuovo vocabolo gettonatissimo soprattutto quando non si conosce il giocatore).

Ma i soldi devono arrivare. Li porteranno le cessioni imminenti di Bernardeschi e Vecino, forse quella di Kalinic. Saranno tanti. Andranno spesi tutti, se la società vuole riacquistare credibilità. Andranno spesi bene. Fino a quel momento, il sangue freddo si impone per non essere travolti dallo sconforto. Pronunciarsi ora sul mercato viola sarebbe sciocco e prematuro. E’ vero, l’atmosfera che si è creata intorno alla Fiorentina è da “si salvi chi può”. Se ne sono andati o se ne stanno per andare, affermati titolari (anche se non tutti hanno trovato una collocazione migliore come si ventilava), sono arrivati dei pulcini aspiranti galletti.

Insomma il menù al momento prevede antipasto, contorno e caffè; mancano il primo, il secondo e il dolce. Alla fine giudicheremo pranzo, servizio e conto con la severità di Cracco (o preferite Cannavacciuolo?). Ma fino ad allora giudizio sospeso e, lo ripeto, sangue freddo. E’ un diritto più che un dovere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

40 commenti

  1. Circa il problema ingaggi: non possiamo oltre i due milioni. Quando proponiamo di più, il giocatore può averne già il doppio altrove, del resto. Allora si tratta di fare risultati mentre i talenti sono puledri o sottovalutati, a fari spenti insomma. Ci stava riuscendo due anni fa, quando il mercato di gennaio prima e poi Sousa rovinarono tutto. E’ il nostro destino, di eterna squadra di seconda fascia. Dobbiamo cogliere l’attimo fuggente, come successe nel 1969. Un grande ciclo come quello degli anni cinquanta non lo rifaremo più.

  2. Ti ringrazio, Filippo, e conto che l’allegria di tutti noi continui durante il campionato, per il quale, ripeto, il sesto posto lo vedo tranquillo. Per più occorre un altro proprietario, ma vedrai che verrà in fretta, infatti a Firenze c’è tanta gente danarosa. Oppure verrà da fuori perché l’immagine di Firenze è una garanzia. Magari l’hanno già venduta, chissà! E allora scudetto in breve.

  3. Impossibile indovinare il futuro …non sembra molto roseo ma se volessere almeno una squadra da primi otto posti si potrebbe fare..ci saranno un centinaio di milioni ma la domanda che si fanno tutti è sempre la stessa..quanti ne reinvestiranno ? Mancano 40 giorni quindi ci sarebbe anche il tempo..probabilmente non c’è la VOGLIA..FV

  4. ah ah ah ah ah ah Le Poppe… mi fai schiantare … ah ah ah ah ah ah. Meno male che un po’ di buonumore lo porti te con le tue sparate… ah ah ah ah ah ah “Aggiungo che con Badelj e Cristoforo a centrocampo e con Saponara, Zekhnini e Babacar (forse anche Eysseric) davanti avremmo delle alternative affascinanti. Sta nascendo qualcosa di bello. Non vedo l’ora che sia la prima di campionato” No dai… sei troppo simpatico…. ah ah ah ah ah.

  5. é pieno di troll che altrimenti non si spiega.
    Non pretendo che la si pensi come me o te , ognuno é libero di credere in ciò che vuole ma non ci credo che quando ti distruggono la squadra del cuore rendendola davvero poca cosa e con una serie di sfregi che é inutile riepilogare qualcuno aplaude pure o si permette di accusare chi é risentito(accendessero un lume al santo patronnno se sono contenti ma x il resto meglio evitare di giustificare l’ingiustificabile)..
    Ps:questo mercato l’hanno fatto perché non bastava più abbassare monte ingaggi. Dovevono abbatterlo proprio come ogni ambizione.
    Chi prende più di un tot non é rimasto qui e nin verrá reperito sul mercato e quindi i prossimi arrivi come quelli di milic e soci sono oppure altri giovanissimi(probabile)

  6. Ho la sensazione che tu sia un tantino fascistello

  7. Se fosse vero quello che dici, sarebbe il motivo determinante per scatenare una contestazione veramente pesante. Se critichi chi sta al governo trovi giusto che ti fichi in galera o bombardi la tua casa?

  8. Tifolamagliaviola

    Quando si leggono certi commenti, diventa evidente che questo sito e’ infestato da gobbi che prendono per il c##o una tifoseria viola al limite del crollo nervoso. Di questo si deve ringraziare in primis il marchese del grillo che ha detto stop, si e’ rotto le scatole e se ne vuole andare. Prima pero’ deve affondare la barca con Sansone e i filistei. Ha slegato il Corvo e gnini che ci danno dentro gioiosamente. A chi pensa che con Schetino, Veretout e Eysseric, ammesso che questi ultimi due arrivino, si vada in champions consiglio un trasloco a Vinovo, quella e’ la vostra dimensione.

  9. Fabio, la lunghezza delle trattative in uscita è stata a tutto vantaggio della Fiorentina, che ha cavato il massimo e più da ognuno dei giocatori ceduti. Fulminea è stata invece finora la risoluzione di tutte le trattative in entrata, tutte condotte sapientemente sottotraccia.

  10. X Il sacco, una settimana?! Sei veramente super ottimista, in una settimana Corvino non riesce a comprare nemmeno il pane ed il latte, intavola trattative estenuanti per giocatori minorenni o mediocri da prendere in prestito, con diritto di riscatto, controriscatto, bonus, dilazionamento del pagamento e chi più ne ha più ne mette e meno male che hanno tolto le comproprietà perchè altrimenti quando andava alle buste non ne azzeccava una. Ci sentiamo venerdì prossimo alle ore 17 a commentare sempre le stesse notizie, probabilmente senza Vecino e Kalinic e con la stessa identica squadra di oggi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*