Un Milan che riabilita e un Milan che affossa: il ‘destino rossonero’ di Ilicic

C’è il Milan nel destino dello Josip Ilicic con la maglia viola addosso: la sfida con i rossoneri ne ha indirizzato in parte diverse annate; tolta la prima, dove lo sloveno impiegò tempo per rimettersi a posto fisicamente, già dalla stagione 2014/15, il numero 72 fu decisivo a Milano per pareggiare una partitaccia, con un bel sinistro da fuori in contropiede. Era l’anno in cui la Fiorentina stava per cederlo a gennaio al Bologna, in Serie B, prima che Montella (e lui stesso) si opponessero: quella rete forse fece anche un po’ la differenza. E che dire poi del primo anno di Sousa, dove l’esordio sfavillante proprio con il Milan abilità Ilicic ad una grande annata, con il primo gol dal dischetto. Gol dagli undici metri che invece gli è mancato nella gara d’andata e che ha probabilmente segnato il suo prosieguo: Ilicic poi ha sbagliato un rigore anche a Roma e colpito diversi legni. Ma quella partita con i rossoneri fu un po’ l’avvertimento di ciò che stava per accadere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. La definizione giusta,secondo me è:giocatore inconcludente.Anche quando fa una grande giocata,la vanifica quando deve concludere l’azione.

  2. tifolamagliaviola

    Incostante e’ dire poco. Forse ha un futuro nel calcio a 5 perché ha dei numeri da funambolo

  3. Un giocatore troppo incostante nel rendimento…

  4. Deve giocare, sarà decisivo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*