Questo sito contribuisce alla audience di

Un punto di vista diverso e schietto sul mercato viola

Octavio BeleckOre decisive per Kurtic. L’estate 2014 stenta a decollare ed anche la campagna acquisti della Fiorentina, per ora, non segna decisamente temperature bollenti. Preso già da tempo il gigantesco portiere Tatarusanu – il cui nome dovrebbe sostituire lo scioglilingua Trentatré trentini entrarono a Trento tutti e trentatré trotterellando – la casella arrivi vede più che altro cavalli di ritorno – in alcuni casi sarebbe più appropriato il termine ronzini – che rientrano alla base dopo un’esperienza in prestito: Cassani (già rispedito a Parma fra la profonda commozione generale dei tifosi viola), Camporese, Piccini, Alonso, Iakovenko (alla quale consorte è già stato proposto un allungamento del contratto), il velocista Lazzari, Vecino, Bernardeschi e Babacar.

A questi si aggiungono alcuni colpi di mercato che, più che bombe di Mosca, sembrano proprio miniciccioli di Criscitiello. Il roccioso difensore Basanta, nazionale argentino vergine d’Europa; il brasiliano Octavio, giovane ’93 probabile ammiratore di Justin Bieber; l’australiano Brillante che aveva esaltato i tifosi per l’aspetto da vichingo e che si è invece presentato in ritiro non più con una barba da rude boscaiolo ma con un look da playboy qualunque del Colle Bereto; ed il carneade Beleck, le cui fattezze ai più sono sconosciute, tant’è che se passasse davanti al Bar Marisa – dove il frequentatore medio conosce almeno a memoria la formazione dei Giovanissimi viola – camminerebbe nell’indifferenza assoluta.

Nel mezzo a questo poco esaltante via vai: i dubbi amletici di Aquilani sul rinnovo del contratto, voci di mercato, spifferi, leggende metropolitane, nomi che – sinceramente – eccitano il tifoso gigliato come uno striptease di Jabba The Hutt. Parliamo dei vari Bergessio, del prima citato Kurtic, del terzino Armero e via dicendo. La penuria di iniziative è stata talmente evidente che al circolare di timidi approcci nei confronti di Fernando e Clasie il tifoso fiorentino si è sentito come un soldato della Prima Guerra Mondiale a cui viene gettata Nicole Minetti nella trincea dopo mesi di astinenza.

Ora però – prima di fare testa o croce con il vicino di posto in Fiesole per decidere chi deve buttarsi per primo da Ponte Vecchio – veniamo ai lati positivi. Come primo punto la permanenza di Cuadrado, che se ne andrà solo per 40 milioni, eventualmente utilizzabili per migliorare l’organico. In secondo luogo il ritorno all’ovile di due-tre ragazzi veramente non male, cioè Piccini, Babacar e su tutti il divino Bernardeschi che – incrociando le dita – potrebbe essere la vera sorpresa della prossima Serie A. Insomma, darlo via in prestito avrebbe senso come lasciare la Seredova, mettersi con Ilaria D’Amico e magari trovarsi pure Gianluca Vialli in mezzo al letto per il commento del dopo gara. Come terzo punto, poi, la voglia di riscatto di Ilicic e Rebic, la cui presenza la scorsa stagione si è notata come un servizio sui cani mandato da Studio Aperto come notizia d’apertura. Infine – ciliegina sulla torta – la possibilità di schierare in campo Gomez e Rossi, il che non mi pare davvero poco.

Cosa manca a questa Fiorentina? Sicuramente un colpo di mercato – magari non rinunciando alla funambolica ala destra colombiana – che dia entusiasmo a tutta la piazza. A centrocampo, il colpo di mercato in questione, sarebbe l’ideale. Poi? Forse un terzino destro, ma se deve essere preso un Cassani della situazione meglio valorizzare il nostro Piccini. Poi? Forse un terzino sinistro, ma se deve essere preso Armero o chi per lui stesso discorso, dato che abbiamo Vargas, Pasqual e Alonso. Poi? Basta. La squadra, paradossalmente, nonostante un mercato non proprio da sceicchi, potrebbe andare già bene così. Certo, lo ripetiamo, se i Della Valle decidessero di fare un regalo di Natale in anticipo – ma mica più di tanto visto il clima di questo pessimo autunno – sognare diventerebbe legittimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

52 commenti

  1. alberto violaclubromama

    Caro omino di ferro la mia non era una critica ma un idea sei evidentemente troppo permaloso non pensare che solo tu sei un tifoso doc fatti una doccia…….

  2. Arci io spero in un viola completa e più forte peró, riguardo al napoli che ha comprato e noi mulla non lo so.
    Il napoli ha preso michu in prestito, e un difensore che va visto nel nostro campionato .

    La fiorentina ha riscattato cuadrado e preso un difensore che va valutato come il loro.
    La differenza di età dei 2 non dice che uno è peggio ma che se ca bene non lo rivendi x le plusvalenza(aleluia avesse avuto Cuadrado 30 anni ma cuadrado non poteva avere l’età di gomez e viceversa con tutto il rispetto x gomez ma la vesoa x noi sposta di più gli equilibri e un attaccante forte x il gioco di montella a 14/20 mln credo che lo trovi mentre un altro Cuadrado no, x chi dice che cuadrado porta plusvalenza, dico pure cerci e romulo e forse lajic potevan porterle, rimpiangete quelle?no?non piangete neanche questa ).
    Neto roncaglia/basanta gonzalo savic ciadrado pek mati aqui vargas rossi gomez, lo scheletro ci sta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*