Questo sito contribuisce alla audience di

Un ritiro non inutile ma semplicemente… per giovani

C’è chi ha definito come “inutile” il ritiro di Moena 2017: effettivamente, forse mai come quest’anno al Fiorentina è rimasta in Trentino con così tanti punti interrogativi e al tempo stesso con così pochi titolari a disposizione. Il lavoro di Stefano Pioli è partito un po’ zoppicante, proprio per questa incompletezza dettata dal mercato. C’è stato modo se non altro per vedere all’opera i giovani più interessanti della passata stagione: da Sottil a Gori, passando per Diakhaté, Ranieri, Cerofolini, Satalino e il 2000 Meli. Con Baroni e Mlakar partiti in prestito, sono stati loro le colonne dell’ultima Primavera gigliata: in attesa dei titolari veri e propri, il tecnico viola ha avuto modo di verificare la linea verde, pensando magari anche all’integrazione di qualcuno nella prossima stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. Il ritiro della maggior parte delle squadre quindi sarebbe inutile? ho letto le formazioni di molte altre e ho letto decine di nomi di gente in procinto di cessione o delle giovanili.. Quindi non è inutile, è solo un modo per valutare quello che si ha in casa per determinare le scelte di mercato.. poi certo, se si avesse avuto la rosa della prossima stagione al gran completo sarebbe stato indubbiamente meglio per amalgamare il gruppo e per lavorare meglio sugli schemi.. Ma il calcio oggi è anche questo! e mi sembra inutile far drammi.. Mi ricordo quando la Lazio di pioli ci superò nelle ultime giornate vincendole quasi tutte! Si può partire anche piano e fare meglio nel finale.. si sa che qualunque sia la preparazione si hanno alti e bassi.. Pioli e il suo staff avranno un compito difficile prendendo giocatori con diverse preparazioni alle spalle da inserire nella formazione titolare.. ma se arrivano giocatori buoni quelli sarà l’ultimo dei problemi

  2. Marco dellavalleale te l ho detto fatti una T……..A sei teso e stressato ….deve essere difficile difendere i tuoi padroni tutti i giorni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*