Un trattamento da cani per i tifosi viola

Quanto di bello è successo sul campo tra Napoli e Fiorentina, riconosciuta dalla stragrande maggioranza degli addetti ai lavori come la miglior partita del campionato finora, ha oscurato quanto è successo di brutto sugli spalti del San Paolo domenica scorsa. Nella giornata di ieri, ma anche stamattina, ci sono giunte diverse segnalazioni su come siano stati trattati i tifosi viola (più di mille) prima e durante la partita.

Una schedatura degna di un regime militare per gli ultras gigliati, al quale è stato requisito tutto il requisibile, prima della gara, mentre dall’altra parte è entrato di tutto e di più. E allora via al lancio di bottiglie, bottigliette (alcune delle quali contenenti urina), monetine, accendini, senza dimenticare gli immancabili bengala. Nella terra di Genny a’ Carogna tutto è possibile, regna quasi l’anarchia, e a farne le spese sono stati questi mille sostenitori viola, chiusi in una scatoletta che sapeva quasi di luogo d’attrazione per oggetti di ogni tipo.

Il calcio italiano purtroppo vive di molte contraddizioni e in mezzo a mille problematiche che nessuno si affanna a risolvere. Volete un esempio? A Firenze un tifoso è stato multato per non essersi seduto sul proprio posto. A Napoli nel frattempo si giocava al tiro al bersaglio. Vi sembra normale?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

28 commenti

  1. la prossima volta pensateci due volte prima di presentarvi a napoli con mascherine e buste dell’immondizia e a cantare ‘acqua e sapone’ perchè nel mondo esiste un rapporto diretto tra causa e conseguenza se non lo sapevate. e a chi dice che siamo impuniti e amici della pula, smettetela di bestemmiare e andatevi a leggere i numeri dei daspo tra la nostra tifoseria, una delle più colpite.

  2. beh! quella non è una città. è uno zoo senza gabbie dove gli animali sono liberi di dare sfogo ai propri istinti, è normale…

  3. ..ormai ho quasi cinquant’anni..era così anche trent’anni fa..l’unica soluzione è cambiar paese..

  4. ..e poi si lamentano se si offendono. C’è poco da fare, sn Napoletani e questo li caratterizza. Vi potete ********* quanto volete.ma nn sarete mai come noi..le offese ve le meritate tutte.

  5. sul tuo vessillo scrivi forza e cuore

    ci sono tifoserie impunite e impunibili , (roma, napoli, lazio); amiche dei pulotti fasci come loro, dei politici, dei mafiosi (magliana, casamonica, camorra)…questa è l’itaGLIA di renzorenzi e berlusconi,..pura mafia, ingiustizie clamorose, prevaricazione, ostentazione, in tutti i campi tutti i santi giorni: c’è chi può e chi non può..loro modestamente, “può”!
    P.S. provate a fare una manifestazione per il lavoro o per i terremotati abruzzesi, e vedete come vi massacrano di legnate i celeri.

  6. D’ALTRONDE SONO NAPOLETANI

  7. mauro d.o.c.g.

    ASSOLUTAMENTE CONCORDE CON FRADIAVOLO. IMPOSSIBILE IL COMPORTAMENTO DELLE DUE TIFOSERIE E SOPRATTUTTO INCONCEPIBILE LA DIVERSITA’ DEL TRATTAMENTO RISPETTO ALLE ALTRE.

  8. Direttore mi meraviglio di lei i Tifosi di Roma e Napoli ormai sappiano che rimangono sempre impuniti , non generalizzo per carità anche li ci sono delle persone perbene ma lo sappiano che da anni cosa fanno queste due tifoserie , in un altro paese questi allo stadio non ci andrebbero più……………………….
    Paolo, te sei come quello che vede lo spillo nell’occhio e non la trave .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*