Questo sito contribuisce alla audience di

“Un treno per Mauthausen per Guetta” A Londra va in scena la vergogna antisemita

Foto: Fiorentinanews.com

Tratto dal sito davidguetta.it, riprendiamo e pubblichiamo: “David Guetta, c’è un treno per Mauthausen che ti aspetta”, un motivetto che deve andare di moda tra loro, visto che non c’è stato bisogno di accordare i suoni per far partire il coretto vergognoso. Vergognoso non per me, che da decenni convivo con “l’ebreo di merda” che scatta come riflesso condizionato dalle menti più annebiate: sei anni fa l’insulto partì per esempio da un importante rappresentante del tifo, oggi salito di rango, che aggiunse anche di voler venire in radio a staccarmi la testa. La vergogna è per questi dementi con cui mi piacerebbe avere un confronto e che quasi certamente non sanno bene cosa sia successo a Mauthausen. O ad Aiuschwitz, o a Dachau, o a Treblinka. Ma lo vorrei avere questo incontro davanti alla lapide che in via Farini ricorda i fiorentini che sono partiti con quei treni che loro oggi vogliono per me e che non sono più tornati. E’ un po’ come con quelli/e che si dichiarano assolutamente non antisemiti, ma che spesso quando ti parlano ogni tanto tirano fuori queste parole: “ma voi ebrei…”: una forma di razzismo strisciante che non sopporto. Magari qualcuno di quei ragazzi e di quelle ragazze, di quei signori e di quelle signore che su quel treno sono stati costretti a salire tifava pure per la Fiorentina, che già esisteva. Fiorentini/e ebrei/e come me, che sono non ho nessun legame particolare con la Comunità ebraica, mentre invece come cittadino provo nausea ad avere a che fare con questa gente. Aspetto con orgoglio il prossimo coro: continuate pure così, vigliacchi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

31 commenti

  1. Rispondo al commento di eri sera di Palmiro. Dire che Guetta non dovrebbe gettare benzina sul fuoco è enorme; ancora oggi (specie in Polonia e Ucraina, ma anche da noi che copiamo) si giustificano i progrom che furono fatti prima dell’Olocausto affermando che erano gli ebrei che provocavano. Anch’io tifo la Viola sin da piccolo, ma mettere la Viola e l’Olocausto sullo stesso livello significa aver perduto il senso delle gerarchie. Forza Viola, ma con juicio …

  2. Caro amico supercannabilover, e i motivi che hai elencato giustificano il coro a Guetta? Prendo per buono che i cori di curva sono sguaiati, ma quanto è successo raccontato da Guetta (e da Poesio che era con lui) passa il limite.

  3. supercannabilover

    X Alessio..Personalmente non penso sia all’altezza di fare il telecronista, sbaglia giocatori, non ha i tempi giusti per raccontare un’azione, quando c’è una rete invece di aspettare un secondo per raccontare cos’è successo, sbraita cercando grossolanamente di fare il “brasiliano”. Mi ricordo quando segno’ Nappi in contropiede col Werder Brema iniziò a balbettare nappi nappi … e in quei 4secondi volevo sapere cosa stesse succedendo e invece niente! Come giornalista è chiaramente schierato dalla parte del presidente di turno come quando difendeva Vittorio CG fino alla fine, compreso Sconcerti che a quel tempo fu preso per raccontare balle. Quello che pensa lo impone in radio ed anche i ragazzi (validi) che lavorano con lui ne sono condizionati. Detto questo non voglio passare per razzista, ho amici che vanno dall’estrema destra all’estrema sinistra, cattolici, ebrei, atei, tossici e astemi.. alcune cose le condivido altre no, evito di dire quali perchè qua si parla di cose inerenti al calcio.

  4. Solidarieta’ a guetta, chi e’ razzista , e peggio chi difende o giustifica questi ignoranti idioti, non dovrebbe far parte di questo mondo. Viola forever. Grande Guetta.

  5. Scusate,a me piace il calcio giocato e non seguo le chiacchiere extra. Ma perché più o meno tutti siete così duri col signor guett? Veramente mi spiegate? Lasciamo stare i cori dei dementi. Che fa x meritare tutto questo astio e soprattutto questa attenzione? Lo spiegate anche a noi ignoranti? Grazie.

  6. Chi pensa che dietro questa vicenda ci sia qualche “pensiero” ideologico, evidentemente nn conosce le dinamiche da curva e come nascono questi cori. Il coro da curva è spesso eccessivo e politicamente scorretto, ma fine a se stesso. Esempio. “Osama sgancia il missile su tutta Roma”, nn credo che gli ultrà siano jihadisti. Detto questo, è bene ribadire che i campi di concentramento rappresentano l’abdicazione di ragione e umanità, in nome di una ideologia criminale.

  7. marcelllo (marcello vanni)

    TUTTA LA MIA VICINANZA E SOLIDARIETA a Guetta questi con firenze non hanno niente a che spartire non di FIRENZE MA NEMMENO DELLE FOGNE SONO DEGNI DI PARLARE E DI RAPPRSENTARE POSSONO RAPPRESElNTARE SOLO CHI GLI HA EDUCATI

  8. Certo che se il Sig. Guetta pensa che lè offese a lui dirette siano per discriminazione razziale, vuol dire che non capisce nulla. Ma siccome penso che sia molto intelligente è probabile che si nasconda dietro agli ebrei per non farsi un esame di coscienza e non riconoscere il suo modo di fare da dittatore.

  9. Sig Michelangelo…sinceramante chi erano chi sono e cosa fanno non me ne importa niente. M importa che chi infila politica e tutto quello che non riguarda il tifare la propria squadra lo fa solo x infuocare la piazza. Sinceramente quando sono in fiesole c è gente di sx dx centro e più ne hai più ne metti…ma al momento che si grida forza viola x me son tutti uguali. Il sig guetta farebbe bene a stare zitto o a calmare gli animi invece di buttare benzina sul fuoco solo perché è stato rivolto a lui…

  10. Caro Palmiro, visito questo sito perchè sono un tifoso della Viola, ma nella vita mi interesso anche di altro. Mi domando, e ti domando: secondo te quelli che cantavano il coretto a Guetta, erano a Londra solo per la Fiorentina, oppure sono interessati anche a qualcos’altro, esempio pensare a chi mandare di nuovo a Mathausen in treno ?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*