Questo sito contribuisce alla audience di

Un trofeo da dedicare ai maligni

L’ultimo periodo, senza ombra di dubbio, è stato povero di soddisfazioni, arricchito, si fa per dire, da alcune dolorosissime sconfitte e da ripetuti infortuni, che complicano e complicheranno ulteriormente la stagione dei viola. L’obiettivo principale, adesso, diventa la finale di Coppa Italia del 3 maggio. L’occasione è di quelle da leccarsi i baffi; alzare il primo trofeo dell’era Della Valle e mettere a tacere coloro, che dopo, alcune prestazioni poco brillanti, hanno perfino messo in discussione dirigenti e allenatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA