Questo sito contribuisce alla audience di

Un uomo di Rossi? Si chiama Zarate. Il possibile scambio con Vargas

Magari si tratta solo di una boutade di inizio inverno, uno di quei rumors che lasciano il tempo che trovano, però se c’è una cosa vera è che Mauro Zarate con Delio Rossi ha fatto vedere probabilmente il meglio del suo repertorio. Per cui è molto probabile che il neo tecnico della Fiorentina sarebbe contento di vederlo nella rosa che terminerà questa stagione (ovviamente in prestito). Una voce che si sta diffondendo in queste ore negli ambienti di mercato è quella che si possa fare un’operazione che preveda uno scambio con Juan Manuel Vargas, uno che con la dirigenza viola non è che abbia molta empatia da diverso tempo. Ma non è escluso nemmeno il fatto che Zarate possa arrivare adesso e il peruviano andarsene a Milano la prossima estate, magari con un piccolo sconto.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Si diceva che Corvino era bravo a scovare talenti ma non a vendere (bidone Felipe Melo alla Juve=eccezione che conferma la regola).
    Dopo avere scovato Llajic, Felipe (invece di Zapata… che ridere!), Bolatti, Munari, Lazzeri, Karja, Ranieri, che lo vorrebbe all’Inter, rischia di seguire Benitez. Ma Corvino potrebbe realizzare il record della vita! L’inter è la sola squadra italiana a non essere mai andata in B: forza Corvino, nonostante i petrodollari di Moratti ce la potresti anche fare: roba da Guinnes dei primati!

  2. Se a Gila si era spenta la luce, è perché la dirigenza ha tirato giù l’interruttore da un pezzo. E’ buio pesto, siamo in un tunnel del quale non si intravede la fine, che però chi ha un minimo di logica si immagina: la serie B (da giocare al nuovo stadio: il Colosseo, tanto in treno ci si arriva in un baleno!). Per i bischeri non c’è paradiso.

  3. altra boiata, ormai tutti sono autorizzati a pensare che tirare bidoni alla Viola sia un gioco da ragazzi; Corvino è da ricovero, i DV stanno a guardare e se ne fregano, Corvino, dopo che ha memoria d’uomo alla Fiore non era mai riuscito il colpo did prendere in coppia due giovani da portare in nazionale (Caso-Zottoli, Monelli-Massaro e di esempi ce ne sono a bizzeffe) è riuscito in pochi mesi a buttare al macero due talenti nazionali, si, proprio loro:
    Pazzini e Montolivo! Complimenti, DG dei miei stivali!!!!! Se ne torni a Lecce,

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*