UNA BELLA FANCIULLA CHE NESSUNO STA RIANIMANDO

Sousa in piedi

Concentriamoci su un aspetto di Juventus-Fiorentina e solo di calcio giocato parlo nella circostanza: novanta minuti (più recupero) un solo tiro in porta, ovvero il gol di Kalinic. E’ vero che era la prima giornata di campionato, è vero che i viola giocavano in casa della squadra campione d’Italia che si era molto rafforzata durante l’estate ed è anche vero che il mercato non ha portato per ora a vedere giocatori in grado di scalzare chi già c’era a Firenze.

Ecco, proprio qui volevo arrivare, in campo c’era la vecchia Fiorentina, quella dell’anno scorso (con la sola eccezione di Chiesa) ed in campo si è vista proprio la stessa Fiorentina ammirata, si fa per dire, negli ultimi quattro mesi della scorsa stagione. E’ come se qualcuno, giocatori e tecnico, riprendere l’opera laddove era stata lasciata. Un lungo fil rouge che parte da febbraio e arriva fino ad oggi, un cul de sac in cui tutti si sono cacciati e un copione scontato che prevede tocchettini, poca inventiva, tiri in porta e occasioni pressoché nulli e un Kalinic lasciato da solo, poveretto per davvero, a dover combattere contro difese intere.

E’ preoccupante il ripetersi in serie di certe prestazioni. Per carità, magari sarà anche cambiata la preparazione fisica, magari già con il Chievo saremo lì a parlare di spettacolo e gol, ma per il momento non si può che registrare questo bell’encefalogramma piatto che ci portiamo avanti da mesi. E nessuno è riuscito o ha fatto nulla (e qui possiamo tirare in ballo anche la società, oltre a squadra, Sousa e il suo staff tecnico) per rianimare questa bella fanciulla caduta in un lungo, maledetto sonno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. Chiedo scusa S69 se non mi sono fatto capire. Io intendevo dire un allenatore come Donadoni che a mio modesto parere ha fatto giocare sempre bene le squadre che ha allenate. Ed ha rivalutato giocatori che per la Viola non erano più buoni. Vedi Tonj, Pazzini ecc.

  2. Fabio Bianchini

    Sousa ha rotto il giocattolo quando si è più volte lamentato pubblicamente per i mancati rinforzi. Secondo me ha sbagliato il modo. Aveva sicuramente il diritto di lamentarsi, ma questo lo si fa dentro quattro mura lontano da orecchi estranei e non mettendo la piazza contro la società che bene o male ti paga un lauto stipendio. Oltretutto cosi facendo getti discredito anche sui giocatori che hai, non facendoli sentire all’altezza e questi, viziatelli come sono, quando possono te le mettono in tasca. Un buon allenatore deve essere bravo a far rendere al meglio i giocatori che ha e nessuno mi dica che non avevamo una squadra abbastanza forte da non vincere nel girone di ritorno contro nessuna tra Verona, Sampdoria, Chievo, Frosinone, Udinese, Empoli e non mi ricordo più le altre. Sousa pensi ad allenare, se ne è capace, e parli meno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*