Una diga per convenienza

Dopo la sconfitta di giovedì a Genova la dirigenza della Fiorentina non vuole mettere Sousa alla porta, nonostante il malumore dei tifosi viola: dal club è stata alzata una diga attorno all’allenatore, anche se gli errori del portoghese sono comunque stati rilevati dopo le tre vittorie di fila. Corvino ha la situazione sotto controllo e la squadra, i giocatori, tutti anche quelli meno soddisfatti dalle scelte di Sousa, sono ben stretti alla Fiorentina. Secondo quanto scrive il Corriere dello Sport – Stadio il fatto di avere un gruppo di bravi ragazzi è un’arma in più per non farsi prendere dalla. frenesia. Toccare adesso certi equilibri, secondo la società, potrebbe essere la peggiore scelta, il vero rischio più pericoloso. A giugno però le cose potrebbero cambiare, anche perché lo stesso Corvino ha difeso fin troppo un tecnico non scelto da lui.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Che società di incompetenti e fuori dalla realtà 🙁 comunque io ringrazio sinceramente la redazione del sito per il lavoro che fanno, ma onestamente mi unisco alle critiche che ho letto in questi giorni sul fatto che nessuno giornalista nelle conferenze stampa, ha il coraggio di fare le domande giuste, critche e anche “provocatorie”, a questo pacco super orgoglioso di allenatore/uomo che sbaglia tutte le partite e poi non dice un ca*** nascondendosi dietro un velletario bla bla bla…comunque , grazie agli scarpari e a lui, un altro anno è perso 🙁

  2. I conti si fanno alla fine e non adesso. Considerate che i paradossi di Sousa hanno determinato una sconfitta a Marassi per un risicato 1-0 mentre le lodate scelte di Allegri condivise dai più del settore hanno causato una pietosa sconfitta della Juve per 3-1. In tutto questo c’è qualcosa che non quadra. Voi imbrattacarte perchè non fate luce su questa curiosa vicenda ? Cosi tanto per far capire ai tifosi TUTTI chi è più cogl…e fra i due.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*