Una Juve-trampolino per Bernardeschi

Bernardeschi Juventus

L’esordio in Nazionale contro la Spagna aveva segnato di fatto un po’ l’inizio della fine per Federico Bernardeschi, calato insieme ai compagni tra febbraio e marzo ma quasi sparito dopo il ritorno dal doppio impegno con l’Italia. La partita con l’Udinese era stata forse la peggiore in assoluto del numero dieci dal momento del suo esordio in prima squadra ma ha di fatto preceduto un nuovo acuto, nella sfida successiva contro la Juventus. Il talento di Carrara è ancora in corsa per guadagnarsi un posto a Euro 2016 e potrebbe sfruttare proprio la sfida con i bianconeri come trampolino per spiccare il salto decisivo e chiudere in crescendo la stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Dedicato a chi ” La nostra nuova bandiera”! Ma attaccatevi….al gas! L’unica bandiera e’ stato e resterà solo Antognoni! Il resto è…..Nazione!

  2. Gabriele ha ragione, il ragazzino è un gran furbetto, con le squadrucce (con il massimo rispetto) come Verona, Frosinone, Udinese ecc… passeggia con la testa pensando ai c***i suoi, con la Juve improvvisamente rinasce, anzi “rimane folgorato sulla via di Damasco” … La sa lunga il dritto di Carrara.

  3. Io credo invece che nel suo caso, più della Juve, influisca (stavolta in negativo) la Germania. Nel senso che potrà anche avere fatto una super prestazione contro i bianconeri, con tutte le telecamere puntate su di lui, dopo mesi di nulla ingenerati guarda caso da contesti mediaticamente meno appetibili come quelli relativi alle ormai tristemente note partite contro Verona, Frosinone, Samp, Empoli e Udinese (e, nel caso specifico, aggiungerei pure il Sassuolo, per quanto quella almeno la Fiorentina l’abbia vinta). Ma Conte, che al di là della postura diversamente eretta è uno che sa cosa significhi vincere, proprio in quella disastrosa amichevole contro i tedeschi ha capito che il ragazzino non è in grado, al pari degli altri azzurri di oggi, di stare ai massimi livelli. Magari verrà convocato e magari qualcuna ne giocherà pure, aiutato anche dall’infimo livello tecnico dei suoi compagni d’attacco; ma sarà una controfigura, non certo una stella di questo Europeo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*