Questo sito contribuisce alla audience di

Una rosa esagerata numericamente ma la panchina è di lusso

Uno dei problemi clou di questa stagione viola è rappresentata sicuramente dalla composizione fin troppo allargata della rosa, che conta ad oggi ben 34 elementi. Uno sproposito per una squadra di calcio, anche se impegnata in tre competizioni. Montella ha inevitabilmente dovuto operare delle scelte, puntando su un gruppo predefinito e lasciando indietro diversi calciatori, anche di un certo valore. Se andiamo a vedere la composizione della panchina viola nelle ultime gare i nomi sono anche di una certa rilevanza internazionale: su tutti Aquilani e Vargas, che comunque rappresentano i primi cambi o a tratti anche dei titolari, ma ci sono anche tre nazionali come Tatarusanu, Badelj e Richards. E che dire di Ilicic e Marin? Entrambi, chi per un motivo, chi per un altro, non si sono imposti a Firenze ma le squadre in lizza per accoglierli a gennaio sono tante. Le risorse da cogliere a partita in corso sono quindi tante, non resta che riuscire a sfruttarle a pieno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. L’importante che non vi facciate sentire da Montella nel dire queste cose…Marin, Richards, Badely e Brillante non sono considerati, Vargas non e’ preferito ad Alonso, pensate che considerazione, se giochiamocon la difesaa tre l’unico difensore che rimane e’ Tomovic..Kurtic lo vuole vendere, Aquilani deve fare il sostituto di Pizarro e oltre a non saperlo fare e’ diventato un centrocampista innocuo perche’ non si inserisce piu’ e non tira piu’ in porta..chi rimane? Babacar e gli infortunati

  2. E’ di lusso per gli sipendi, ma non sono all’altezza dei titolari che già sono poca cosa. Finché non si abbozza col credere che servono le rose ampie faremo sempre male. Si parte da avere la prima squadra e poi si pensa alle riserve. Forse il Milan di Sacchi era forte per la panchina o per i tre olandesi e Baresi?

  3. Ah mi scordavo del Nesta del Nilo, l’egiziano Hegazi, che di certo andrà in prestito x giocare e crescere…. e un’altro dimeno.
    Ci sarebbero anche i ritorni dai prestiti di Matos, Wolski e Zhore, il nipote di Drogbà, che Corvino diceva avesse il gol nel DNA. Ma non dovrebbe essere difficile darli in prestito.
    Poi Matos, venendo dal nostro vivaio, potrebbe restare ed essere anche inserito in Lista B di Europa League.

  4. Segue: come Vecino, Capezzi, Rebic e Piccini. Ma a sto punto ci sarebbero problemi x la Lista Uefa visto che a gennaio si posson cambiare solo 3 giocatori e in Lista A ci sono molti dei possibili partenti. Ma Piccini, Capezzi e Minelli possono esser messi in Lista B visto che vengono dal ns vivaio come Baba, Berna e Lezzerini che sono già in Lista B insieme a Gigli, Mancini e Bangu della primavera.
    Insomma, volendo, si può anche fare….. non è un’impresa titanica.

  5. Segue: … e Richard, oltre a Neto che non si sa se rinnova, riuscendo a piazzare in regalo (magari con l’aiuto della Befana) anche El Ham e Iako, si scenderebbe a 22. Qualcuno da in partenza anche Joaquin, in cambio di un certo Vitolo, che a me non piace, preferisco Ledesma (a zero) o Lazzari (per la lista Uefa). Coi 22 rimasti saremmo anche pochi e toccherebbe prendere almeno 2 o 3 giocatori (ma forti e sani), e/o lanciare qualche giovane come Minelli, o riprenderne qualcuno come Vecino….

  6. Bella la battuta di keonilda.
    Masini dice 34 giocatori? Vero, ma sfoltire non è così difficile, basta leggere i nomi dei calciatori. A parte El Ham e Iako che nessun vuole, Bagadur gioca ormai in Primavera, Octavio è in prestito e può tornare in Brasile, Brillante lo vuole l’Empoli in prestito e Lazzari l’Atalanta, anche se solo in regalo. Anche Minutella può andare in prestito o giocare in Primavera, e siamo scesi a 29. Se poi sono vere le voci che danno in partenza Ilicic, Kurtic, Marin e ..

  7. Tatarusanu e Richards sono anche alcuni campionii, molto piu prezioso rispetto ai loro concorentti dal palo

  8. ….piu’ che la panchina di lusso, io la chiamerei la corsia di lusso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*