UNA SCELTA FOLLE

image

Diamanti RafaelPrima della partita contro il Verona abbiamo scritto che ci saremmo arrabbiati se la Fiorentina avesse deciso di non giocarsi la gara contro i gialloblu, non sfruttando l’ennesima, grande, opportunità di tornare in corsa per un piazzamento prestigioso che questo campionato così strano le aveva concesso. E purtroppo siamo a constatare che è stata fatta una scelta folle: quella di abbandonare ogni velleità in campionato con otto partite ancora da giocare, molte delle quali con avversari che non hanno più niente da chiedere alla classifica. Che questa scelta l’abbia fatta l’allenatore di sua sponte o concordandola con la società, poco cambia. La sostanza che resta è che non è possibile, almeno per la Fiorentina, cambiare otto/undicesimi di formazione ed essere competitivi allo stesso modo, una cosa che sa anche un bambino di cinque anni. Poi è vero, se Diamanti avesse trasformato il rigore saremmo stati forse qui a parlare di un altro incontro, ma rendiamoci conto che quello del rigore è stato un episodio occasionale, nato da un guizzo di Gilardino, all’interno di una prestazione mediocre che ha prodotto, oltre al penalty, due occasioni da gol in tutta la partita (il colpo di testa sempre del Gila e un tiro di Salah respinto da Moras). E in queste condizioni, va da sé, segnare diventa un’impresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

71 commenti

  1. C'E'ANDATA BENE TANTE VOLTE...

    QUANTE PARTITE QUEST’ANNO ABBIAMO VINTO O PARAGGIATO PER IL ROTTO DELLA CUFFIA? UN ESEMPIO?
    ATALANTA A.R.
    CHIEVO
    INTER R.
    GENOA R.
    UDINESE R.
    VERONA A.
    PALERMO
    TOTTHENAM A.R.
    LA FORTUNA TI AIUTA MA POI CI DEVI METTERE DEL TUO.
    NOI IL NOSTRO NON LO ABBIAMO MESSO!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*