Una schiettezza davvero necessaria?

Hanno colto tutti di sorpresa le parole dette da Paulo Sousa in conferenza stampa a proposito del suo centrocampista offensivo Federico Bernardeschi, il quale con ben 6 gol realizzati si sta mettendo in evidenza agli occhi delle grandi squadre. Nonostante il ragazzo di Carrara abbia dichiarato nei giorni scorsi di pensare a poter concludere la carriera a Firenze, oggi il tecnico viola ha ribadito quanto possa essere possibile il futuro per lui in una squadra magari più ambiziosa date le sue qualità. Quello che viene da domandarsi è se esprimere i propri pensieri in certi momenti con sincerità, qualità che contraddistingue da sempre Sousa, sia così opportuno in un momento dove la squadra sta cercando continuità non solo fisica ma anche a livello di mentalità. E anche se fosse la verità, a volte forse conviene anche non metterla così in bella mostra per una serie di dinamiche mediatiche conseguenti…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

35 commenti

  1. Certo che si sapeva. Proprio per questo non c era bisogno di dirlo. E non c entra l ipocrisia la dabbenaggine o qualsivoglia stupore. Non lo doveva dire. Stop. Fra la verità e la menzogna c’è la terza via: il silenzio. Mica sarebbe stato tacciato per omertà dato l argomento. Fa cadere le braccia più quando parla che quando fa le formazioni. Ce lo levassimo dal c**o sarebbe tanto di guadagnato. Che c******e.

  2. Forse tutto vero,ma non sta a Sousa fare queste dichiarazioni. Un’ allenatore che abbia un minimo a cuore squadra e tifosi evita l’argomento.

  3. S69 . Non c’è argomento che tu non ci esponga concetti e teorie tafaziane ( non posso usare aggettivi più scurrili come meriteresti) guarda che è possibile che la tua mania diventi qualcosa di più serio. Bono , carmati tu sei di fori.

  4. Tifolamagliaviola

    Avete visto una smentita della società? Io no. Quindi quello che dice Sousa corrisponde a verità. Se un giorno arriva l’offerta giusta, Bernardeschi se ne va, e comunque va a guadagnare 3 o 4 volte quello che guadagna a Firenze. E’ inutile fare gli struzzi, le bandiere come Antognoni non esistono piu’, non nominate il nome di Dio invano. D’altra parte non dite sempre che se arriva l’offerta giusta non si puo’ dire di no? Allora se siete tutti d’accordo con la strategia attuale dei DV, perchè meravigliarsi?

  5. @Fiore63. Come ” a parte una quindicina ” ???????? Vorrai dire forse 3 o 4 ; e poi dipende . Anche la Juve ha venduto Pogba e forse il Barcellona sarà costretta a vendere Messi. Non esistono contratti a vita e i giocatori possono decidere da soli, in alcuni casi basta aspettare che ci si avvicini alla data di scadenza , nessuno vuol perdere a zero. Insomma non è così semplice come si potrebbe pensare e il prestigio , oltre al l’ingaggio valgono ,oggi tantissimo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*