UNA SCONCERTANTE MANCANZA DI PROFESSIONALITA’

Se gli ingegneri costruissero i ponti con la precisione con cui Badelj costruisce il gioco della Fiorentina, ci sarebbe un crollo al giorno. Se gli avvocati difendessero i loro clienti con lo scrupolo di Gonzalo nel coprire il pallone agli avversari, ci sarebbero solo condanne. Se gli acrobati avessero prese salde come quelle di Tatarusanu, i pronto soccorsi sarebbero pieni di fratturati. Davanti alla parola “calcio” si usa mettere il termine “gioco”. Ma tale è per chi lo pratica con gli amici, ai giardinetti o nelle sfide fra scapoli e ammogliati. In Serie A quel “gioco” diventa “lavoro”. E il lavoro comporta per chi lo svolge impegno, concentrazione, professionalità e responsabilità, a prescindere dalle condizioni climatiche, emotive, sociali e via giustificando. I giocatori della Fiorentina, nella partita contro il Crotone, hanno mancato proprio di professionalità. Sousa sostiene che hanno fatto di tutto per vincere, confermando di essere in uno stato preoccupante di confusione mentale. La Fiorentina non ha fatto un bel niente per conquistare i tre punti contro avversari scarsi che più scarsi non si può. E’ vero che nel calcio l’ultima in classifica può riuscire a battere la prima (figuriamoci l’undicesima) se azzecca la partita della vita. Ma mercoledì sera non è stato così. La squadra calabrese ha confermato sul campo di valere esattamente punti e posizione in classifica. A Firenze ha fatto il suo, mettendo in campo falli, trattenute, perdite di tempo insistite e catenaccio a doppia mandata. Per la Fiorentina un’aggravante, non un’attenuante. I giocatori viola invece hanno dato una prova di trascuratezza e superficialità inammissibile. Sbagliare uno stop, un tiro o un dribbling ci sta anche per i migliori: guardare l’avversario che ti sfila accanto senza alzare un sopracciglio, arrivare sempre secondi sulle palle vaganti perché si parte in ritardo, passare la palla ad un compagno pur di non osare in prima persona l’affondo, invece non è da professionisti. Ieri hanno svolto male, anzi malissimo il loro lavoro. Ai ventimila sugli spalti, sotto al nubifragio, hanno offerto uno spettacolo indecente. La società dovrebbe restituire i soldi dei biglietti. Ho ascoltato Andrea Della Valle recitare come un disco rotto la solita litania: ci riscatteremo, sono ottimista, abbiate fiducia. Spero che in sede, al riparo da orecchie indiscrete, abbia invece dato una bella lavata di capo a giocatori, allenatore e direttore sportivo. Poi, nel chiuso della sua cameretta, davanti a uno specchio, un’ultima vigorosa strigliata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Anch’io penso che tifosi cos’ beoti da difendere pure la gara con il Crotone siano stati e siano tutt’ora la rovina della viola. E’ su gente come loro che i marchigiani contano per mantenere l’immobilismo attuale, Leccavalle fino alla cima dei capelli a loro sta bene tutto anche che si retroceda in B (ci siamo vicini). Dopo 15 anni di disillusioni al punto da farci schifare a vedere le gare attuali preferendo il cinema o le passeggiate, questi trovano giustificazioni e sono contenti pure. Una cosa incredibile anzi indecente. Una voita gente come loro li avrebbero rincorsi nel viale Fanti. Purtroppo foraggiano questa società di incompetenti di calcio e non vinceremo mai niente fino a quando non ci libereranno da questa ossessione, anzi occupazione della nostra gloriosa storia e torneremo finalmente a tifare la vera viola.

  2. Marco e Antonio è per la gente come voi che non amate la fiorentina che le cose sono arrivate a questo punto…trovate giustificazioni ridicole all’operato della società..alla professionalità dei giocatori..alle motivazioni dell’allenatore…siete la rovina della VIOLA

  3. Sono d’accordo con Marco.Praticamente si e’giocato ad una sola porta:abbiamo contato 21 conclusioni,11 verso la porta e 10 fuori,contro 2 piu’ 2 del Crotone,senza contare il 76% di possesso palla.Per carita’,lungi da me la difesa a prescindere,ma se fosse andata a buon fine una mezza occasione tra le tante,dei giudizi negativi che ho letto in questi due giorni forse ci sarebbero stati solo il 10% e non dimentichiamo le condizioni del campo e la sospensione della partita..Purtroppo in Italia,abbiamo la cattiva abitudine di stilare giudizi in base al risultato finale trascurando le situazioni extra che hanno condotto a quel risultato.Naturalmente anche la squadra e l’allenatore ci hanno messo del loro,non scevri da colpe,ma cio’ non significa che mancata vittoria sia dipesa solo da queste ultime motivazioni.Vi ricordate Perugia-Juventus di tanti anni fa’,dopo tanti anni ancora ricordano quella pioggia in cui la Juventus,sulla carta piu’ tecnica,perse la partita per le condizioni del campo:se il tifoso juventino ha questa convinzione,perche’ non dovremmo averla noi per la partita col Crotone?

  4. Credo tu sia in buona fede ma tale modus pensandi fa da schermo alla Munifica. Siete complici!!!

  5. Non condivido l’analisi di Matteini. E’ vero che la Fiorentina ha giocato male, ma sufficientemente per vincere. Basta guardare il report della partita: quanti tiri, quanti cross, ha fatto la Fiorentina e quanti ne ha fatti il Crotone. la pura e semplice verità è che in una partita giocata male la grave papera del portiere e la superficialità di Gonzalo hanno determinato il risultato.

  6. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    Matteini, l’articolo e` ineccepibile.

  7. Questo è l’anno giusto x la serie B.

  8. Ma che dici Deo. Non la faranno franca . Saranno imprigionati ,frustati, torturati e poi uno per uno Ffogati in Arno. Si dice che sarà. Proprio Diego ad eseguire le sentenze . Sembra che potranno evitare tutto questa ritorsione in cambio di una congrua multa il cui ricavato sarà devoluto per il raddrizzamento della torre di Pisa. Spero che queste riservatissime informazioni ti tranquillizzino l’animo affrango .

  9. Il Presidente onorario raccoglie quanto ha seminato….non commentabili sue dichiarazioni post-partita, x quanto riguarda allenatore e giocatori ,questo anno e’ di transizione,molti se ne andranno e l impegno e’ relativo ,dimenticandosi che x loro questo e’ il lavoro ,certi che questa dirigenza latitante non chiedera’ a loro conto di nulla

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*