UNA SCONFITTA CHE PARTE DA LONTANO

Activa Foto
Activa Foto

“In Italia vengono tutelate molto le squadre che fanno la Champions e poco quelle che fanno l’Europa League“. Ripartiamo da questa frase pronunciata dall’allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, per spiegare come in parte (o in larga parte se preferite), la sconfitta contro la Roma, netta e meritata, parta in realtà da lontano. Quanto lontano? E’ presto detto! A quando la Lega Calcio ha deciso che Fiorentina-Napoli si sarebbe dovuta giocare di lunedì e Roma-Fiorentina di venerdì. La logica di questa decisione è: la Fiorentina gioca in trasferta in Europa League il giovedì 25 febbraio e allora in campionato deve essere messa di lunedì 29 febbraio. Parimenti, la Roma gioca martedì 8 marzo in Champions e allora ha il diritto ad anticipare con la Fiorentina a venerdì 4 marzo. Il risultato di queste due decisioni è uno solo: i viola non hanno potuto preparare bene questa partita per colpa di un calendario irrazionale.

Tutto il resto viene a cascata: le decisioni di formazione probabilmente errate di Sousa, che però è stato anche ‘costretto’ a fare alcuni cambiamenti, la non prestazione dell’Olimpico, una Roma che andava al doppio della velocità dei gigliati ecc…Programmazione: il calcio attuale è anche e soprattutto questo. Se non puoi arrivare ad una partita preparato ne paghi le conseguenze specialmente quando giochi contro un avversario in salute e ben attrezzato (per inciso, non fosse arrivato Spalletti e fosse rimasto Garcia sarebbe stata tutta un’altra storia).

Un capitolo lo meriterebbe anche l’arbitro, perché ci sono state decisioni totalmente sbagliate di Irrati e dei suoi collaboratori, ma parlarne dopo una prestazione del genere, condizionata da scelte illogiche, lo ribadiamo, suona veramente stonato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

21 commenti

  1. La sconfitta viene da lontano perché la Roma ha investito quasi 25 milioni nel mercato di gennaio e noi siamo andati in attivo di 5. I numeri non son chiacchiere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*