Questo sito contribuisce alla audience di

Una sfida dai mille veleni

Tantissime sfumature nel tempo hanno colorato le sfide fra Fiorentina e Palermo, che non sono partite come le altre. Francesco Guidolin, sedotto per settimane dai Della Valle nell’estate 2005 e poi abbandonato da Pantaleo Corvino che gli preferì Cesare Prandelli. All’andata finì 2-3 per i rosanero e Guidolin esplose tutta la sua gioia sotto il formaggino occupato dai tifosi palermitani. Per non parlare poi del ritorno al «Barbera» con trentamila fischietti pieni di rabbia che accolsero il ritorno in Sicilia di Luca Toni, la Fiorentina pareggiò 1-1 una delle partite più contestate degli ultimi anni in A. Il gol del vantaggio di Mutu con Guana a terra trasformò i fischi in vere e proprie grida. Il pubblico insorse, Guidolin pure e venne allontanato di peso dal campo. «La Fiorentina è una squadra scorretta, se mi fossi comportato come Prandelli mi sarei meritato uno sputo in faccia», dichiarò poi a fine gara. Tutto qui? Neanche per sogno. Due anni dopo fu quasi peggio. Questa volta senza Guidolin ma con le stesse infinite polemiche. La Fiorentina di Prandelli vinse 1-3 grazie alla doppietta di Mutu e soprattutto al gol del vantaggio, macchiato da un evidente tocco di mano, di Gilardino. Il «Barbera» insorse di nuovo, e i rapporti fra le due società non furono mai più come prima. Già logorati dalla querelle Kuzmanovic che minacciò il rapporto quasi fraterno fra Corvino e Foschi. Andando a ritroso, celebre anche il gol di Vryzas al 92’ nel 2004 contro il Palermo capolista che regalò la vittoria alla Fiorentina e tre punti fondamentali in vista della promozione in A. Era la notte di Riganò e Toni, primi in classifica marcatori con 16 reti, segnò a sorpresa proprio l’attuale ds del Paok. Per non parlare poi dello 0-3 alla prima giornata accolto fra gli applausi del pubblico rosanero nell’agosto del 1993. Un pubblico ferito dalle parole infelici di Cecchi Gori. «Ci toccherà giocare contro il Palermo», aveva detto sconsolato il patron viola al momento della retrocessione. Storie, incroci, polemiche e curiosità riportate da Viola Week.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*