Una speranza chiamata Borja

Borja Valero, inutile negarlo, in questa stagione è stato al di sotto delle annate precedenti in maglia viola. Lo spagnolo della Fiorentina rimane indubbiamente un punto fermo della formazione di Montella ma non è incisivo quanto lo è stato nei suoi momenti migliori. In queste due settimane di sosta, però, ha avuto modo di lavorare al meglio per trovare la condizione fisica, e mentale, ottimale. La Fiorentina nel mese decisivo della sua stagione ha bisogno del migliore Borja Valero perché con al top la squadra gira meglio. Montella spera anche in lui per continuare a sognare in campionato e nelle coppe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA