UNA TREGUA A TEMPO

Coreografia tifosi Juventus

Coreografia tifosi Juventus

Propongo una tregua. Mettiamo da parte l’insofferenza per un mercato che non soddisfa, i timori per una rosa sbocconcellata, la delusione per comportamenti inaspettati. Stop alle polemiche fino a domani sera alla fine della partita. C’è un avversario da battere, il Milan dai nuovi assetti societari trasparenti come una mareggiata in Versilia. Ci sono i primi tre punti da conquistare. Soprattutto e oltre tutto va in campo la Fiorentina. Non la Fiorentina di Paulo Sousa, e neanche la Fiorentina dei Della Valle. Sul nuovo prato del Franchi scende la Fiorentina di ieri, di oggi e di domani. La Fiorentina di Firenze e dei Fiorentini. Quella per cui hanno tifato i nostri avi e per la quale tiferanno i nostri pronipoti. A prescindere dai trofei in bacheca, dalla classifica, dal livello degli interpreti. Tenere alta la bandiera viola tocca in primo luogo ai giocatori in campo. Ma l’apporto del pubblico è fondamentale. Non ho in mente la retorica del “dodicesimo uomo”. A rincorrere il pallone saranno sempre e solo undici. Però uno stadio coinvolto e coinvolgente può riuscire a trasmettere il senso di appartenenza della squadra alla città anche a chi è arrivato qui da poche ore. Una flebo di fiorentinità. Una full immersion nell’universo viola. Una tregua, quindi, non un’amnistia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

55 commenti

  1. Può essere, ma mi pare inconstabile che il nostro caro pres. sia il più scialbo e incompetente sulla piazza. Oltre che tirchio. Una bella miscela che però non sveglia tifosi ormai ba bei di cui te, Stefania, sei degno prototipo.

  2. I DV,i loro manager da quattro soldi,i mercenari in campo,non potranno mai capire l’amore che abbiamo provato,proviamo e proveremo fin che morte non ci separi,per questa squadra.

  3. Sempre forza viola!!! Ma in società solo buffoni!!!

  4. o franco4 prima di scriver le cose “salle”.
    Se joachin era in vendita all’inizio evidentemente poteva parlare con chi gli pare, poi macia con l’ultimatum “ora o mai più” lo ha convinto.

    Invece riguardo salah-mancini e telefonate varie ricordiamo che negli ultimi 6 mesi posson fare quello che gli pare, e l’eventuale contratto noi l’avremmo depositato solo il 30giugno

  5. Basta con le chiacchere …forza viola e tutti allo stadio stasera facciamoli piangere!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*