Questo sito contribuisce alla audience di

Un’altra partita con Calvarese e un altro disastro. Ma stavolta è pro-viola…

Gli errori, anche piuttosto grossolani, sono all’ordine del giorno quando l’arbitro Calvarese incrocia la Fiorentina. Nell’ultima circostanza, risalente alla scorsa stagione, il direttore di gara non aveva concesso ai viola un calcio di rigore clamoroso contro il Napoli allo scadere, per il fallo subito da Cuadrado. Di più, lo aveva ammonito per simulazione (e di conseguenza espulso perché era già stato sanzionato all’interno di quel match). Altra direzione, questa volta con il Cagliari, e altri errori, stavolta però a favore della Fiorentina. Innanzitutto c’è una posizione di fuorigioco di Gonzalo sulla punizione di Mati che finisce in porta. E’ vero, la regola sull’offside è cambiata, e c’è molta più discrezionalità di una volta, ma l’interferenza del difensore viola c’è ed è innegabile. Nel secondo tempo, Neto esce a vuoto e travolge Pisano in area. La palla finisce a Farias che sbaglia un’occasione incredibile con il solo Savic e la porta spalancata davanti a lui. Il rigore ci stava, eccome. Il gol di Gomez invece è regolare: il tedesco non è in fuorigioco perché, sul passaggio di Joaquin, l’ex Bayern parte dalla propria metà campo. Ma ci sono dubbi anche sul quarto gol, perché Cuadrado, sia pure di pochissimo sembra in posizione di offside sul passaggio di Borja Valero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA