Questo sito contribuisce alla audience di

Un’altra sfida probante per i Semplici boys: E derbissimo sia

Altro sabato, altro test molto probante per la Fiorentina Primavera. Dopo il doppio intreccio tra campionato e Coppa Italia contro la Juventus, prima a Vinovo e poi al Franchi, la formazione di Semplici oggi alle 14.30 torna al Poggioloni delle Caldine per affrontare il derby con l’Empoli di Melis, una sfida dell’Arno sentitissima a livello giovanile tra due settori che rappresentano l’orgoglio toscano in tutta Italia. Dopo due pareggi coi bianconeri, nella seconda giornata del girone di ritorno va in scena una sfida di alta classifica, con la Fiorentina intenta a conquistare la prima vittoria del nuovo anno, incrociando le dita e sperando che da Modena, dove è impegnata la capolista, ora a quota 33, giunga una lieta sorpresa. Ma innanzitutto c’è da lasciarsi dietro una concorrente diretta alla corsa per evitare i play off: gli azzurri si sono portati a quota 24, dopo aver scavalcato proprio il Livorno grazie ad uno spettacolare 4-3 inflitto agli amaranto, portandosi a sole 4 lunghezze dai viola. Ultimamente la Fiorentina ha regolato la bestia nera Empoli, travolta all’andata a Monteboro addirittura per 3-0 grazie alla rete di Rozzio e alla doppietta di Acosty, ma deve dimostrare di aver smaltito completamente le fatiche dell’andata di semifinale di Coppa Italia contro la Juventus di mercoledì scorso. Semplici è costretto al turnover forzato in vista della sfida con gli azzurri. Non potrà fare conto sull’esperto Babacar, infortunatosi proprio contro i bianconeri e che dovrà stare ai box per tre settimane: al suo posto agirà Magheri (pure Jackson Da Silva ha dei problemi), ma Semplici recupera al centro della difesa Rozzio (Biondi si era fatto male come il senegalese contro i piemontesi), indisponibile coi piemontesi a causa di una contusione al ginocchio rimediata una settimana fa a Vinovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA