Questo sito contribuisce alla audience di

Un’occasione per tanti

La partita di domenica, oltre a ridare ossigeno e stimoli ad una Fiorentina piuttosto scialba da questi due punti di vista, servirà soprattutto alle tante seconde linee che per forza di cose dovranno scendere in campo. Parliamo specialmente del reparto difensivo, dove Montella dovrà inventarsi probabilmente uno schieramento con Savic, Diakitè e uno tra Roncaglia e Tomovic, se non entrambi questi ultimi in contemporanea, sugli esterni. Il francese e l’argentino sembrano i due con maggiori necessità di far bene. La stessa cosa però potrebbe riguardare ad esempio Wolski e Matos che sicuramente si giocano una fetta importante del loro futuro in viola, ammesso che vengano schierati a Marassi. Una partita con pochi spunti apparenti potrebbe quindi significare molto per alcuni elementi della rosa viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Io non ci vedo nulla di strano sul fatto di fare turnover anche perché in questa squadra sono tutti titolari! Giochi chi sta meglio e non si parli di gara con pochi stimoli! A genova x vincere, niente è perduto!

  2. Come diceva Manfredi: fussi ca fussi na’ vota bona. Ovviamente mi riferisco all’impiego di Wolski e Matos, non a quello di Roncaglia, che è una scarpa, anzi uno scarpone, capace solo di fare falli dentro e al limite della nostra area.

  3. Vero che con i se e i ma non si và da nessuna parte, ma avrei voluto vedere questa squadra giocare tutto il campionato con Gomez e Rossi, spero che per il 3 maggio la squadra sia al completo con Rossi e Gomez nei suoi cenci ,perchè ormai è questo l’unico nostro obbiettivo poter provare nel vincere la coppa italia , si dice che i grandi traguardi partono da piccole cose e vincere la coppa italia sarebbe l’inizio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*