Questo sito contribuisce alla audience di

Va a finire che la mancanza del mercato resta la stessa di un anno fa

Pur senza fare catastrofismi dopo una partita dominata per lunghi tratti dalla Fiorentina, resta innegabile il fatto che il reparto più in difficoltà ieri sia stato quello arretrato: gli adattamenti vanno bene fino a un certo punto e anche l’ottimo Sanchez delle ultime giornate ha sulla coscienza almeno il primo gol di Simeone, tenuto in gioco proprio da lui. De Maio è calato vistosamente alla distanza e anche Astori si è fatto coinvolgere dal clima troppo allegro là dietro. La Fiorentina paga fortemente l’assenza di Gonzalo, pur non brillantissimo quest’anno ma comunque più affidabile dei vari Tomovic e Salcedo, anch’essi protagonisti in negativo in diverse uscite. Il mercato va verso la fine e con un Caceres ora molto più lontano, potrebbe andare a finire che l’esigenza irrisolta resti la stessa del mercato di gennaio 2016, quello della ricerca annosa del difensore…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. giusto che ogni tifoso la pensi a suo modo, e’ bello così….ma leccavalle a me non me lo devi dire, io la vedo un po’ così….ero contento se veniva Corluka, poi non c’e’ piu’ stato contatto con nessun grande difensore, fatemi un nome a buon mercato che si potrebbe prendere, Gonzalo quando venne doveva essere zoppo se non ricordo male, Munoz ieri non mi e’ sembrato un’ira di dio, l’unico che rimpiango era Savic

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*