Van Beek, la proposta della Fiorentina al Feyenoord. Ma l’olandese non basta…

Alla ricerca di difensori. La Fiorentina continua ad essere ancora scoperta nel reparto arretrato e sta cercando in tutti i modi di convincere il Feyenoord ad accettare la propria proposta (si viaggia su una cifra di poco superiore ai tre milioni di euro più bonus) per van Beek. L’affare sembra possibile e potrebbe chiudersi a breve, però ancora non c’è la fumata bianca. Ma oltre all’olandese c’è bisogno di un altro difensore e i nomi di Juninho, Rekik e Ruben Vezo restano sempre validi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Concordo appieno con Gabriele sul fatto delle pedine che mancano in difesa. Invece non sono d’accordo sul valore dell olandesi no ancora tutto da scoprire e Alonso secondo me è un buonissimo giocatore. Ciao e forza viola!

  2. *Oppure un terzino SINISTRO di riserva e un altro centrale di riserva, ovviamente. Refuso.

  3. Beh, è la scoperta dell’acqua calda. Come quarto centrale ci sarebbe (dando per assodato van Beek o chi per esso come terzo) Tomovic? Bene (“bene” sifappeddire, ovviamente), a destra chi gioca? Perché “Dicchsi” non è palesemente in grado di farlo. Se Sousa ha cassato Gilberto, figuriamoci questo qui, rispetto al quale il fratellino di Romulo è lo zio Bergomi dei bei tempi. E soprattutto, qualcuno (di certo non Corvino) si è accorto che a sinistra c’è soltanto quel tronco di mogano di Alonso?!?

    Quindi, anche dando per sicuro van Beek o un altro centrale, mancherebbero almeno altri due difensori. Un terzino sinistro di riserva e un destro titolare. Oppure un terzino destro di riserva e un altro centrale altrettanto di riserva, a seconda di come si voglia utilizzare Tomovic.

    Occhio però, perché Corvino è l’artista del lasciare le cose a metà. Lo è sempre stato, figuriamoci adesso che non ha soldi. È capacissimo di prendere il solito “jolly” (trad.: il classico giocatore che può fare tanti ruoli perché non è effettivamente buono in nessuno di questi, e allora gli allenatori lo girano nella speranza di trovargli una posizione) e spacciarlo per l’altrettanto solito tizio che “può fare il centrale, il terzino, il mediano, il dieci, l’ala, la prima e la seconda punta, e in emergenza si mette un paio di guantoni e va pure in porta”. Tipo quella superpippa di Felipe che ci appioppò anni fa, per dirne uno dei tanti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*