Vargas torna locomotiva

VargasKalloniJuan Vargas entra mette a ferro e fuoco la difesa della Dinamo Kiev e con una sassata pone fine alla partita. Questo è il riassunto dei sei minuti di gioco del peruviano che sostanzialmente con una discesa delle sue all’ultimo minuto di gioco con la Fiorentina un po’ alle corde dopo una gran partita, ha deciso con molta naturalezza di chiudere i discorsi con un altro gol. Il peruviano si è portato dietro il difensore della Dinamo come uno zaino leggero e da posizione defilata ha scaricato un mancino dei suoi con Shovkovskiy che non l’ha visto né partire né arrivare. Vargas è ancora in attesa di capire cosa ne sarà di lui la prossima stagione ma certamente il gol di ieri e la fiducia di Montella nelle ultime settimane potrebbe far propendere la Fiorentina a proporgli un altro anno di contratto.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Giocatore che può rendere al meglio se gioca mezz’ora al massimo. In una partita intera non renderebbe niente.

  2. unico capace di chiudere una partita, grazie a quell’abilità secondaria nei calciatori che è centrare lo spazio tra i pali

  3. Il Loco ha sempre avuto, ed ha ancora, un gran tiro, potente e preciso. Detto questo va aggiunto che il suo apporto al gioco di squadra, sia in fase di contenimento che di spinta, si approssima ormai allo zero. Qualche goal non può giustificare il fatto che con la sua presenza in campo ci siamo spesso trovati a giocare in dieci; bisogna guardare avanti e puntare su giovani talenti e non su vecchie glorie che hanno ormai poco e niente da dare alla causa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*