Vecino-Napoli, duello a distanza tra Sousa e Sarri

Vecino Barcellona 3

Secondo quanto riporta Radio Crc nei prossimi giorni Napoli e Fiorentina torneranno a parlarsi e sempre secondo l’emittente Vecino avrebbe fatto sapere, tramite il suo entourage, che Sarri è e resta un allenatore speciale per lui e Napoli sarebbe una destinazione più che gradita. Dunque è sfida a distanza tra Sarri che ha lanciato Vecino in Serie A e Sousa che lo ha consacrato anche in una squadra più ambiziosa come la Fiorentina. Vecino è molto legato ad entrambi gli allenatori ma, complice anche l’impegno in Coppa America, non ha ancora preso una decisione sul suo futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. È deprimente vedere che la Fiorentina, che si deve rinforzare, sia nei titolari che nelle riserve, pensa a vendere i giocatori migliori. Le squadre forti non vendono i loro pezzi migliori se non hanno già un giocatore altrettanto forte. Vecino è forte, è giovane, è nazionale uruguaiano, conosce bene anche il campionato italiano, è da folli venderlo (e idem Ilicic). Una Società che si comporta così è penosa, e può solo scendere ulteriormente in classifica. E soprattutto non costituirà mai una squadra con un ossatura forte (vedi Juve), ma ricomincia sempre da capo con giocatori nuovi che si devono ambientare, fare le ossa etc etc.

  2. L’errore è mettere le clausole rescissorie. Ha firmato il rinnovo ? Resta, punto e basta ! Le società serie fanno così ! Le società di mercanti, mettono il cartellino con il prezzo sui propri giocatori migliori

  3. Non ho capito perchè la Fiorentina deve sempre trattare sulla clausola di recessione, ha una clausola pagatela se lo volete prendere, punto e basta!!!!!
    Perchè DLA non tratta e non abbassa la clausola su Higuain?
    Se esiste una clausola nel contratto di Vecino deve essere rispettata, portate i soldi della clausola e il giocatore è vostro!!!!
    Se questa proprietà vuole fare plus valenze inizi a fare rispettare quando vende le clausole rescissorie dei contratti, come fanno le grandi squadre e non si cali le brache appena l’ offerta ci arriva vicino, sopratutto per quei giocatori importanti per la squadra che il valore si può ancora alzare se vengono tenuti, altrimenti rimarranno sempre duna proprietà ridicola!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*