Fiorentina, un rientro essenziale per portare il carburante che serve

Vecino Tottenham

Dalla gara contro il Chievo la Fiorentina sta avendo a che fare con l’assenza di Matias Vecino; il centrocampista uruguaiano è out da più di 20 giorni per il problema al retto femorale destro. L’assenza di Vecino ha permesso a Carlos Sanchez di avere minuti a disposizione e di mostrare buone qualità, e alla Fiorentina di impostare uno stile di gioco diverso dal solito ma che si è rivelato piuttosto efficace, per quanto la manovra spesso ne risenta. I tanti minuti però iniziano a pesare sulle spalle non solo del colombiano ma anche di Badelj e soprattutto di Borja Valero, apparso appannato nella gara di ieri alla “Dacia Arena” di Udine, ma difficilmente le cose potrebbero andare diversamente viste le 3 partite in una settimana per lo spagnolo. L’atteso rientro di Matias Vecino porta linfa fondamentale alla mediana viola e tutto l’organico non può che beneficiarne, in attesa anche dell’ambientamento di Seba Cristoforo, ragazzo di ottime prospettive che deve ancora trovare la giusta collocazione in campo e capire i ritmi e le dinamiche della Serie A, campionato estremamente diverso dalla Liga dove militava precedentemente. Vecino sembrava pronto al rientro già dalla gara contro la Roma, ma le cose sono andate diversamente: la speranza è di poterlo rivedere, almeno a gara in corso, contro il Milan, Domenica alle 20.45.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. niente scuse per le assenze, chi è disponibile può e deve fare bene!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*