Questo sito contribuisce alla audience di

Vergine: “Pioli è molto attento alla Primavera e Corvino una garanzia. Hagi out? Ormai fa parte della prima squadra”

Vincenzo Vergine. Foto: Fiorentinanews.com

Protagonista e responsabile del settore giovanile viola, Vincenzo Vergine a Radio Bruno ha parlato della Primavera finalista domenica prossima per lo Scudetto: “Non può che far piacere l’attenzione di Pioli per il settore giovanile, è molto attento a quel tipo di lavoro per cui credo che tutto lasci presagire ad un futuro roseo in questo tipo di collaborazione. La presenza di Corvino dà garanzia di un pilota molto esperto alla guida di tutto. Non è semplice gestire la maglia viola per un ragazzo di 19 anni, non essendoci le squadre B; aver raggiunto la finale Scudetto significa avere valori importanti da mettere in campo. Quella di ieri era la quinta semifinale, di cui due già perse ai rigori, però i ragazzi mi davano costantemente l’impressione di volerci credere fino in fondo, poi il rigore è stato l’episodio che ha cambiato l’inerzia della gara. Ma si è verificato perché i ragazzi hanno saputo lottare e soffrire: finalmente hanno allontanato un po’ quell’etichetta di presunzione che gli veniva attribuita. La vera vittoria di un settore giovanile è ovviamente portare giocatori in prima squadra però sappiamo che arrivare a conquistare trofei, significa avere calciatori con una maturità e qualità da poter mantenere anche con i grandi. A questo punto farei anche un appello ai tifosi, perché i ragazzi ne hanno bisogno. Preferenze per la finale? Sono due squadre forti, la Roma è campione d’Italia uscente; l’Inter ha grandi valori e fisicità. L’unico augurio è che vadano ai rigori, così da arrivare stanchi come noi. Il rigore di Kean? Ha voluto, come spesso capita a chi è dotato di grandi potenzialità, fare qualcosa di diverso. Non mi voglio unire a questo eccesso di esaltazione, ha fatto una sciocchezza e vedrete che imparerà tanto da questo errore. Hagi out? E’ stata una scelta presa senza troppe riflessioni, abbiamo voluto dare fiducia a chi quelle finali le aveva conquistate. Era giusto che Chiesa o lo stesso Hagi seguissero il percorso della prima squadra ormai”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. E’ vero Matteino! MAISTRO per me è’ fortissimo e non c’è’ Trovato Diakhate Valenvic oMilitari che tenga nei suoi confronti.
    Mi sembra la sua una gestione sbagliata e non ho capito di chi e’ la colpa. Vorrei che a Modena ci fosse per essere valutato da Pioli.
    Ho sentito dire che ha avuto un diverbio con Guidi. Qualcuno mi sa dire qualcosa? Lo puo’ fare anche la Redazione che sull’argomento si è’ limitata a far cronaca senza alcuna considerazione mentre su altri simili argomenti si è’ scatenata a livello di Novella 2000.

  2. Io spero però che qualcuno chieda a Vergine della gestione di Maistro, giocatore della primavera aggregato in prima squadra ad anno in corso, fatto allenare e a volte convocato senza mai giocare ne coi grandi né coi pari età…io credo che almeno lui avrebbe dovuto far parte della lista..ad ogni modo spero che questo modus operandi non abbia rallentato il suo percorso di crescita..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*