Questo sito contribuisce alla audience di

Vergognatevi e rimediate, please! (Prendendo esempio dai viola)

Dopo il ritorno dei play off di Champions e di Europa Legue, nonostante anche per questa stagione la Fiorentina non disputi le coppe europee, il club viola figura al 25esimo posto con 61.167 punti nel ranking Uefa per club. Ma il calcio italiano piange e non poco nella classifica per nazioni: l’Italia, attualmente quarta (50.838), nella scorsa stagione è stata superata dall’inarrivabile Germania (62.852, stranamente hanno già perso per strada il Mainz),  ma se continua con lo stillicidio delle sue squadre nelle competizioni europee, la possibilità di arretrare ancora nel ranking e perdere un altro posto in Champions League è davvero una minaccia sempre più concreta (La Francia è quinta con 47.011, mentre il Portogallo è sesto con 46.513). La palma della vergogna va alle squadre impegnate nella cosiddetta Europa minore (come viene considerata in Italia), sia recentemente che in passato, con una particolare menzione al Palermo, squadra recidiva. Nelle qualificazioni è caduto prima il club rosanero coi modesti svizzeri del Thun, poi la Roma addirittura fatta fuori dallo Slovan Bratislava, mentre nei play off di Champions l’Udinese è uscita a testa altissima con la quotata Arsenal (anche se più battibile rispetto ai gunners del passato) e adesso proverà a rimediare in Europa League insieme alla Lazio nella fase a gironi, abbordabili per entrambe, come per le due milanesi in Champions League, dove invece il Napoli farebbe già un miracolo se riuscisse ad approdare terza e a scivolare in Europa League. La Fiorentina, quarta italiana nel ranking dopo Inter, Milan e Roma, rispettivamente in ottava, 13esima e 20esima, tra il 2008 e il 2010 ha dato il suo pesante contributo affinchè la posizione del belpaese in Europa rimanesse ai vertici, come del resto i nerazzurri con la vittoria in Champions nel 2010, che ha permesso la possibilità di giocarsi anche in questa edizione la possibilità per la quarta squadra di entrare nella competizione europea più ricca (sprecata miseramente e sciaguratamente dalla Sampdoria nella scorsa edizione, per poi perseverare in Europa League). Non a caso, dopo la Fiorentina, la classifica per club nel ranking Uefa è sempre più triste e recita: Juventus 38esima, Udinese 65esima, Sampdoria 68esima, Napoli e Lazio 75esime, Palermo 90esima e Genoa 105esima. C’è poi anche l’Empoli, 119esima.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*