Vi presentiamo Nikola Kalinic, il gigante buono dai piedi educati

Kalinic

Nikola Kalinic e la Fiorentina, il matrimonio è vicino e l’attaccante croato è pronto al trasferimento in viola. L’attuale attaccante del Dnipro è nato nel 1988 ed è cresciuto calcisticamente nell’Hajduk Spalato, club nel quale ha esordito nel 2005. Dopo due anni di prestito, Kalinic entra a far parte stabilmente della rosa del club croato a partire dalla stagione 2007-2008: la prima stagione realizza 17 gol in 25 partite di campionato mentre la seconda 16 tra campionato e Coppa Uefa. Il croato è pronto per il grande salto: la chiamata arriva dal Blackburn, società che al tempo militava in Premier League. In Inghilterra l’attuale bomber del Dnipro non si ambienta facilmente e segna solo 7 reti in 35 partite, replicati nella stagione successiva, stavolta però in 22 partite. Nel 2011 il trasferimento al Dnipro: in quattro stagioni timbra il cartellino 49 volte in 123 partite. Nella prima stagione sono 10 le reti, replicate nella seconda stagione: in Europa League è autore di 3 gol che si rivelano fondamentali per il passaggio dei gironi in Europa League. La terza stagione è avara di soddisfazioni personali (7 gol in 23 apparizioni) ma ricca per quanto riguarda i successi di squadra: il club arriva secondo in campionato e agli ottavi di Europa League. La quarta ed ultima stagione in Ucraina vede Kalinic in prima linea nei successi del club: il Dnipro arriva terzo in campionato ed in finale di Europa League, dove cede per 3-2 a quel Siviglia che aveva eliminato in semifinale proprio la Fiorentina. Il croato segna 19 reti in 47 partite, tra cui 5 in Europa League (la più importante la rete del momentaneo pareggio in finale contro gli spagnoli). In Nazionale Kalinic segna 6 reti in 20 partite. Il croato è un attaccante di peso (è alto 187 cm) ma non disdegna nemmeno il gioco palla a terra: non si tratta di una punta di sfondamento, ma di un centravanti di manovra che ama il gioco palla a terra ed è abile anche spalle alla porta. Il giocatore ideale per il 4-2-3-1 di Paulo Sousa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

30 commenti

  1. Ci speri e fra diavolo eh?

  2. Fradiavolo questa è la cosa che non mi piace (guardi il centesimo e poi come colpo + costoso ?????7 mln x una riservaspesi dalla fiorentina, nn credo e sacrificare Baba e Rossi ma non solo x lui ha senso ?), oppure Pazzini a 0 cosa aveva che non andava?
    2 o 3 anni Pazzini ai suoi livelli li può fare senza problemi e non credo sia peggio di Kalanic, il curriculum dei 2 dice il contrario e a livello di affidabilità nel nostro campionato non ci sta storia.

  3. Ma quale maghi c’ha tolto parecchie castagne dal fuoco Montella altro che maghi e abbiamo avuto la fortuna che per due anni le milanesi hanno toppato , ora che tutte le altre si sono rinforzate vediamo come ci piazzeremo alla fine del campionato .

  4. Leggo che molti tifosi accusano i dv di non voler spendere, e quindi di fare delle squadre con gli scarti degli altri. Bene, allora vusto gli ottimi risultati sul campo vuol dire che non abbiamo dei dirigenti ma dei maghi.

  5. Ma questo gioca titolare o il titolare è Babbacar e se è Babacar allora se questo deve fare la riserva tanto vale tenersi Gilardino che con 1,5 ml lo prendi e i soldi risparmiati le aggiungi per comprarci un terzino dx o un forte centrocampista.

  6. La presentazione potrebbe essere molto più scarna: “un carneade di 27 anni che proseguirebbe gli scavi avviati dal paracarro tedesco e che vogliono far passare per un giocatore di calcio perché è il meno caro sul mercato”.
    Fine presentazione…

  7. penso che alla fine arriverà perché attualmente nessun’altra squadra l’ha richiesto. ritengo che sarebbe meglio il vecchio Gila e provare con Rebic. Quest’anno la Viola sarà una scommessa con i giovani da testare . Speriamo bene !!!! e alè viola

  8. Oh ragazzi! Magari! Ma Derlis Gonzalez è già stato venduto in Russia

  9. @SempreViola
    in coppa america ha giocato come esterno destro ma nel Basilea giocava prevalentemente a sinistra,pasqual esterno speriamo proprio di no se bisogna comprare qualcuno tanto per comprarlo allora è meglio puntare su Rebic che non mi è dispiaciuto nel precampionato e ha delle ottime qualità e grandi margini di crescita.
    Secondo me il ruolo in cui abbiamo più bisogno è il terzino destro dato che tomovic puó essere al massimo il jolly difensivo

  10. Se non avete capito, gli scrive VIOLA sulla maglia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*