Viaggio in Scandinavia: ecco DIECI calciatori interessanti che fanno al caso della Fiorentina

Ludwig Augustinsson, terzino del Copenhagen

I campionati scandinavi vengono spesso considerati di seconda fascia, l’avvento dei petroldollari ha spostato il baricentro calcistico decisamente verso sud e gli altri continenti. Lontani sono gli anni in cui le formazioni danesi, svedesi e norvegesi riuscivano a ritagliarsi spazi importanti nelle competizioni europee, oggi si limitano a saltuarie apparizioni nei preliminari, salvo sorprendenti eccezioni come quella del Malmö lo scorso anno. Probabilmente questa involuzione è dovuta anche al fattore climatico, gli inverni rigidi comportano stravolgimenti di calendari e preparazioni talvolta limitate, eppure di talenti in Scandinavia ne continuano a nascere e crescere: ecco 10 calciatori interessanti, che fanno al caso del mercato europeo e soprattutto della Fiorentina:

Sondre Rossbach (7/02/1996) Odds Bk NORVEGIA:- Nonostante la giovanissima età si è imposto come titolare fra i pali in Tippeligaen, il massimo campionato norvegese, conquistando anche la porta dell’Under 21. Grande fisico, molto bravo nelle uscite basse, efficace tra i pali, dove fa valere l’ottima elevazione e il colpo di reni, talvolta pare poco ortodosso e particolare negli interventi, secondo uno stile simile a quello della scuola tedesca, che ricorda, in parte, quello dei portieri di pallamano.

Linus Wahlqvist (11/11/1996) Norrkoping SVEZIA:- Gioca come terzino destro, ma ha iniziato la carriera come difensore centrale. Buone letture, bravo nell’anticipo e a giocare il pallone: questa sua attitudine lo porta spesso ad appoggiare la manovra offensiva, in cui sa proporsi molto bene. Dispone di un buon tiro da fuori area.

Jonas Svensson (06/03/1993) Rosenborg BK NORVEGIA:- Titolare sulla fascia destra difensiva della nazionale norvegese, Svensson è un terzino veloce e compatto, bravo in fase offensiva e difensiva. Ha realizzato 9 assist in 26 presenze e si è distinto per una grande continuità nelle prestazioni.

Ludwig Augustinsson (21/04/1994) Copenhagen DANIMARCA:- Cresciuto nel Brommapojkarna, è un esterno sinistro puro, può giocare sia come terzino che come tornante; ha un ottimo sinistro e grande velocità a cui abbina una buona resistenza. Molto bravo a calciare i piazzati, al Copenhagen si occupa di corner e punizioni. Già titolare con la nazionale maggiore svedese.

Erdal Rakip (13/02/1996) Malmo SVEZIA:- Rakip agisce come mediano davanti alla difesa, ma copre un’ampia porzione di campo, e questo lo rende di fatto un centrocampista a tutto tondo. Grande piede destro e visione di gioco non comune, resiste bene al pressing ed ha una grande personalità. Ragazzo con ampi margini di crescita.

Kristoffer Barmen (19/08/1993) SK Brann NORVEGIA:- Centrocampista centrale forte fisicamente ed in grado di pungere sotto porta, ma discreto anche come uomo assist. Le sue reti hanno trascinato il Brano ai vertici della classifica.

Andrew Hjulsager (15/01/1995) Brondby IF DANIMARCA:- Calciatore offensivo, gioca come trequartista in prevalenza, anche se sa agire qualche metro più indietro sulla linea mediana. Ambidestro, calcia benissimo in porta ma nel suo repertorio rientra anche il passaggio smarcante. 16 reti in 3 stagioni e mezzo nella Superligaen danese. In questa stagione per ora le reti segnate da Hjulsager sono già 7.

Rafik Zekhnini (12/01/1998) Odds BK NORVEGIA:- Origini marocchine, qualità tecniche enormi e grande spavalderia. Ala sinistra dal dribbling fulminante, una capacità improvvisa di cambiare passo che gli permette di lasciare sul posto gli avversari. Grande facilità di calcio, personalità forte e ancora da sgrezzare: un talento estremamente interessante.

Jordan Larsson (20/06/1997) Helsingborgs SVEZIA:- Figlio di uno più grandi attaccanti svedesi di sempre, l’ex-Barcellona e Celtic Henrik Larsson, ha grandissimo fiuto del gol e una tecnica fuori dal comune. Sinistro purissimo, gioca come punta centrale e se la cava anche nel gioco aereo.

Pawel Cibicki (9/01/1994) Jonkopings (Malmo) SVEZIA:- Di orini polacche, agisce sia come prima punta che come esterno d’attacco. Calciatore molto mobile, esplosivo e tecnico, sa abbassarsi per partecipare bene alla manovra. Devastante quando può giocare in campo aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Roberto Fontanivei

    cibicki é il nuovo caniggia
    ed é anche molto più veloce
    é come avere in campo 3 borja valero
    o 5 antognoni

  2. Se costano pochissimo allora fanno al caso della causa viola

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*