VIDEO: Sahin e quel mancino magico che fece esplodere il Westfalenstadion

Sahin Borussia Dortmund

Come detto Nuri Sahin è uno degli artefici principali del meraviglioso Borussia Dortmund di Jurgen Klopp, che tornò a vincere in Germania grazie ai giovani tirati su quasi dal nulla. Il turco-tedesco, nell’ottobre 2010, trovò questa perla su punizione per affossare il Bayern, che pochi mesi prima aveva tolto i quarti di Champions alla Fiorentina. Un calcio piazzato magico, che fece esplodere il Westfalenstadion. Se davvero la società viola dovesse orientarsi su di lui per far fronte al problema Badelj avrebbe a che fare con un centrocampista di livello assoluto, penalizzato nell’ultimo anno da qualche infortunio di troppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Non fosse FINITO NELLE BARBE (causa infortuni) da almeno due anni, sarebbe forte, per quanto giocatore del tutto inadeguato, per caratteristiche, a fare da mediano con Sousa. Dopotutto, se non lo fosse, sarebbe ancora titolare nel Dortmund o in una squadra di livello ancora superiore, non sarebbe stato accostato a noi (un po’ come Kuba).

    Vista la fonte, tuttavia, mi riservo la mia buona dose di dubbi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*