Vierchwood: “Mi brucia ancora l’esonero di Firenze. Ho visto picchiare Passarella…”

Ex difensore ed anche allenatore viola, Pietro Vierchwood al Guerin Sportivo ha ricordato alcuni episodi della sua carriera, tra cui il gol annullato a Cagliari che impedì alla Fiorentina di giocarsi lo scudetto con la Juve: “Nella stagione 1981-82 il nostro fu un cammino quasi trionfale. Il nostro gol contro il Cagliari, nell’ultima giornata, era regolarissimo Avremmo dovuto fare lo spareggio con la Juve, ma non ci sarebbe stato il tempo, visto che eravamo in partenza per la Spagna. Peccato. Fu un’annata bellissima, ma anche sfortunata. Io ebbi un problema alla caviglia che mi tenne fuori nel finale. Giocai con il Cagliari grazie alle infiltrazioni. Scontro Antognoni-Martina? Ebbi una paura tremenda. Per il giorno dopo avevo fissato le mie nozze e per il martedì una festa con tutta la squadra, qui a Como. Purtroppo saltò tutto. Ma la cosa importante è che Giancarlo recuperò bene. L’addio a Firenze? Io volevo restare. Il legame con la società viola è stato forte, a tal punto che quando mi fu proposto di allenare la Florentia Viola in C2 nel 2002 sono tornato di corsa. Purtroppo l’ho pagata cara, con un esonero che ancora adesso mi brucia. La cosa più incredibile che ho visto in campo? Graeme Souness che picchia Daniel Passarella”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. o Arsene 500km per anda a lucca?
    Era quasi la trasferta più vicina.

    Comunque è vero, sempre più difficile vincere oggi, basta guardare le cifre che girano rispetto ad allora.

    Però l’era DV mi ricorda molto quella pontello.
    All’inizio tanto entusiamo, poi presidente di facciata e tanto autofinanziamento

  2. Nei primi anni i Pontello spesero bei soldi, ma dopo il flop Socrates (la più grossa ca***a del calciomercato) preso senza il parere di Allodi che aveva in mano Voeller hanno cominciato a vivacchiare, riuscirono a prendere Baggio, ma poi avevano già smantellato la squadra, Massaro, Galli e mi ricordo che non presero Van Basten perché l’Ajax voleva un diritto d’opzione che venne ritenuto troppo alto. E se lo prese il Milan. E comunque prima di mollare sfasciarono la squadra, vendettero Baggio, Diaz e se ne andarono con la coda tra le gambe. È vero che il calcio è cambiato anche i Della Valle sono una piccola realtà in confronto ai colossi attuali. E anche paragoni con il Siviglia non sono poi così oggettivi. In Italia c’è una fiscalità esagerata. I guadagni vengono taglieggiati (e non esagero) e anche i costi per le retribuzioni (giocatori e dirigenti) sono tali che alla fine ciò che rimane è molto meno rispetto a una società media del calcio spagnolo. Ciò non toglie che sono dei caccia palle allucinanti. L’ultima intervista di Cognigni è stata ributtante, fossi stato il cronista sarei stato nel dubbio se rimettergli addosso per quanto era stomachevole o gli avrei riso in faccia per le fantasie allucinogene che stava sparando. Ma secondo me c’era un robot a fargli domande preconcordate

  3. L’esonero in C2 è stato strameritato… mi ricordo di essermi fatto 500km per vedere la Viola pareggiare con il Castelnuovo Garfagnana!
    Come giocatore un mastino, anche se per motivi di età non lo ricordo in viola.
    Altra cosa: andiamoci piano coi paragoni tra i Pontello e i DV! Erano altri tempi e il calcio era ancora solo uno sport (niente TV, bacini di utenza e soprattutto non esisteva il parametro zero).
    Vincere qualcosa adesso è molto più complicato.

  4. I Pontello erano dei grandi intenditori di calcio, tifosi della viola. Investirono tanti soldi e sfiorarono lo scudetto, comprato dalla juve.
    I fratelli monozidioti sono degli straccioni che nn sono interessati alla viola. Non vinciamo nuklla da 15 anni per colpa della loro tirchieria e inettitudine. Incapaci di comunicare e organizzare con gente di calcio

  5. Sui Pontello stenderei un velo pietoso..

  6. Se davano il rigore al Catanzaro,sempre nell’ultima giornata,rigore sacrosanto e la partita era sullo 0 a 0 contro la Juventus,non ci sarebbe stato bisogno dello spareggio.Quindi:rigore non dato al Catanzaro e rete annullata a noi a Cagliari.Fate un po’ i calcoli.

  7. Difensore stratosferico…..Quello della stagione 81-82 era uno squadrone…..I Pontello, a confronto dei fratellini mocassini, sono stati dei marziani….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*