Vincere per cominciare al meglio il tour de force e non rischiare

L'allenatore Paulo Sousa in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Vincere e scacciare ogni possibile crisi. La volontà di Sousa è questa: scendere in campo domani a Genova e dimostrare di che pasta è realmente fatta la sua squadra. Dopo la sconfitta all’esordio allo Stadium di Torino contro la Juventus e l’1 a 0 casalingo contro il Chievo, la squadra viola si appresta ad affrontare un mese di fuoco che potrebbe già essere determinante. La sfida di domani  apre un ciclo che comprende 7 sfide di fuoco, tra campionato e Europa League. Dopo la sfida di Marassi la squadra di Sousa volerà Giovedì in Grecia per affrontare il Paok Salonicco per il Girone J dell’ormai ex coppa Uefa. La settimana dopo poi sera ancora più impegnativa: nel giro di sette giorni la Fiorentina affronterà Roma e Milan in casa in posticipo alla Domenica sera, sfide intervallate dal turno infrasettimale di Mercoledì 21 a Udine. La stagione quindi entra nel vivo e le voci attorno alla squadra parlano di uno spogliatoio viola determinato a partire subito al meglio con la sfida di domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*