Viola in prestito: Capezzi ha trovato la sua dimensione. Brillante fatica pure a Como

Brillante Genoa

Sono tanti i giocatori di proprietà della Fiorentina sparsi in varie squadre tra Serie A, B, Lega Pro, D, e campionati esteri. Alcuni sono in cerca di riscatto, altri per trovare continuità, oppure nel caso dei più giovani la maturazione calcistica necessaria per arrivare ad alti livelli. Nel seguente focus analizzeremo il rendimento di ogni giocatore nel suo attuale campionato di appartenenza in questa prima parte di stagione.

Per quanto riguarda i centrocampisti, chi si sta togliendo delle soddisfazioni è Leonardo Capezzi, che dopo il prestito al Varese concluso con la retrocessione dei biancorossi, adesso si trova ad essere uno degli elementi fondamentali del Crotone di Juric che veleggia nelle posizioni di vertice della classifica in Serie B. Nel giro delle giovanili della Nazionale Azzurra già da un po’, quest’anno ha trovato la sua dimensione nella squadra calabrese, con la quale ha segnato il suo primo e unico gol stagionale per ora nel 3-1 rifilato all’Avellino. Chi invece per ora ha lasciato poco il segno in serie cadetta è Amidu Salifu. Il ghanese infatti ha giocato fino ad adesso soltanto le prime quattro gare stagionali, per poi restare ai box per via di due diversi infortuni. Stagione invece altalenante per Nicolò Fazzi, arrivato a settembre alla Virtus Entella con solo 12 apparizioni all’attivo, sempre di più di quelle fatte da Filippo Bandinelli nel Latina, ovvero soltanto due. Sono invece nove le presenze di Joshua Brillante con il Como. Arrivato in riva al lago a settembre dopo il prestito all’Empoli, ultimamente il minutaggio dell’australiano in campo si è ridotto progressivamente. In Lega Pro è invece in ascesa il rendimento di Jacopo Petriccione, che con la Pistoiese sta trovando sempre più spazio risultando decisivo nell’ultima gara degli arancioni contro il Savona con un assist per il gol dell’1-0 che è valso la vittoria. Niente male invece per adesso l’avventura al Pisa dell’ala destra argentina Diego Peralta, quasi mai titolare ma già con due gol all’attivo. Non si può dire lo stesso di Axel Gulin con il Pordenone: per lui in questa stagione una sola presenza, solo 14 minuti giocati, tante panchine e al momento è infortunato. Sono invece ben dieci le presenze collezionate dall’altro viola in prestito al Pordenone, il mediano Marco Bandini, impreziosite da un ottimo minutaggio. Soltanto due le apparizioni invece per Daniele Ansini nel campionato in Serie D con la Viterbese, in una delle quali è stato decisivo con un assist per il gol della vittoria, precisamente contro il Muravera. All’estero ben poco da segnalare per quanto riguarda il trequartista Rafal Wolski, che in Belgio con la maglia del Mechelen nella stagione in corso non ha mai segnato un gol ed è partito poche volte titolare. Tante le gare invece disputate dal figlio d’arte Ianis Hagi in Romania con il Vitorul, non solo sulla trequarti ma anche in più ruoli, e con un gol all’attivo in questa prima parte di stagione; la Fiorentina aspetta il suo arrivo in Italia a giugno, ovvero quando scadrà il prestito al club di Costanza, a braccia aperte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Capezzi lo vedrei bene nella dimensione di Firenze per la precisione. Tanto peggio di Suarez non può essere

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*