Questo sito contribuisce alla audience di

Virgili Jr: “Quando si fa la barba, Sarri canta l’inno della Fiorentina. C’era stato un contatto con i viola, ma poi…”

Aurelio Virgili, figlio del compianto Pecos Bill e amico e consulente di Maurizio Sarri, ha parlato a Radio Bruno Toscana: “Maurizio è un grandissimo, parlare di calcio con lui è incredibile. Se non avesse incontrato me, sarebbe ancora ad allenare in promozione: io gli proposi di cambiare lavoro, e lui cominciò ad allenare in altri orari che non fossero la sera. Diciamo che sono il suo amuleto, anche quando è in panchina tiene sempre qualcosa di mio. Fiorentina? Quando si fa la barba la mattina, canta l’inno viola. Mi ha detto che stava guardando la Fiorentina contro il Borussia, sul 2-0 aveva cambiato canale, e quando rimise la partita dei gigliati e si accorse che stavano perdendo tirò una sequela incredibile di parolacce. Sarebbe venuto volentieri ad allenare la Fiorentina. Un contatto c’era stato, ma poi le cose sono andate diversamente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Quanto ci vorrbbe poco per creare un po di entusiasmo…..basterebbe investire su un ottimo allenatore come sarri super tifoso che da il110% qualche buon giocatore e qualche giovane interessante e in 3 anni sono sicuro che vinceresti qualcosa……cari ciabattini siete la rovina….vi odio!!!

  2. Quanto ci vorrbbe poco per creare un po di entusiasmo…..basterebbe investire su un ottimo allenatore come sarri super tifoso che da il110% qualche buon giocatore e qualche giovane interessante e in 3 anni sono sicuro che vinceresti qualcosa……cari ciabattini siete la rovina….vi odio!!!

  3. Personaggio strano….io comunque in bagno quando caco canto l’inno della juventus, pensa un po’..

  4. Mario Faccenda

    Questi sono giusti i presupposti per non essere scelto. Fv.

  5. quando sento i nomi dei giocatori mitici del 55/56 mi si accappona la pelle. Forza Viola sempre: DDV+ ADV fateci rivivere quei momenti magici. Servono idee chiare, borsellino un pò elastico, collaboratori pochi ma buoni e tanto entusiasmo e maggiore presenza e condivisione completa con i tifosi, quelli veri.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*