Wang: “Le nuove direttive sul calcio in Cina non influiranno sull’affare Kalinic. Tianjin? La proprietà opera al limite della legalità”

Kalinic dialoga in campo con i compagni. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Su Radio Blu è intervenuto il giornalista di Titan Sport Cina, Alain Wang che ha parlato espressamente dell’affare Kalinic: “Confermo la volontà del governo e c’è già una direttiva per lavorare a nuove regole. Ma le nuove regole non ci sono ancora e quindi non influenzeranno la negoziazione con Kalinic e la Fiorentina. Il Tianjin Quanjian appartiene ad un gruppo commerciale che fa degli affari molto sospetti, che hanno creato molte polemiche. Utilizzano il metodo di vendita piramidale che è al limite della legalità, hanno ingente denaro che devono investire”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Sempre sia vero questo fantomatico interesse (prima o poi un’offerta dovranno presentarla, no?), finirà come erano solite finire le trattative di Cecco Grullo: firmava i contratti e poi non pagava. Questi in effetti sono stati definiti negli scorsi giorni i Cecchi Gori di Cina per mancanza di serietà, quindi già immagino il finale. Solo che noi stavolta saremo l’Everton, che ancora aspetta i soldi di Kancel’skis.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*