Wolski dalla gioia al dolore, Bakic va ko da solo

Ci sono alcuni giovani giocatori di proprietà della Fiorentina che sono in prestito in club europei: il centrocampista offensivo Rafal Wolski, adesso in prestito al Wisla, nella Ekstraklasa della Polonia, nella 30esima ed ultima giornata di campionato impatta per 1-1 in casa con lo Zaglebie giocando tutto il match e venendo ammonito alla fine del primo tempo. Con la vittoria maturata nel primo tempo la sua squadra sarebbe riuscita ad evitare i play off retrocessione e a centrare all’ultimo tuffo i play off scudetto.

Il centrocampista Marko Bakic, in prestito al Belenenses, nella Primeira Liga del Portogallo, nella 29esima giornata di campionato passa per 1-0 in casa del Setubal, giocando sempre da titolare ma è stato costretto ad uscire al 26′ per infortunio alla coscia dopo un passaggio.
Nella Liga 1 rumena, l’attaccante in prestito al Cluj Steve Leo Beleck nella sesta giornata dei play out retrocessione in casa del Craiova resta in panchina nel pareggio per 1-1. A 8 gare dalla fine, sono sempre 5 i punti di vantaggio sul terzultimo posto che può costare la retrocessione.
Il Vitorul Costanta di Ianis Hagi, nella sesta gara dei play off scudetto, perde per 3-1 in casa con la capolista Astra, col giovane centrocampista offensivo ancora una volta titolare, restando in campo fino al 77′ coi suoi sotto di tre reti. A 4 gare dalla fine, la sua squadra è sempre quinta sarebbe estromessa pure dalla qualificazione all’Europa League (il quarto posto è a -6).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. supercannabilover

    Wolski gioca mediano nel 4231 dove spesso si propone in avanti, ha fatto un ottimo fine campionato, quindi vediamo di riprenderlo dirigenti brodi!

  2. Visti i risultati finora conseguiti, mi chiedo se non fosse stato piu’ conveniente puntare su giovani come Bakic,Wokski, Baez,Gilberto ed altri, piuttosto che puntare su bolliti come Verdu’,Suarez,Kone’,Zarate che sono costati milioni d’ingaggio ,ma che non hanno reso neppure per 1/10 di quanto auspicato e sperato. I nostri giovani si stanno facendo esperienza all’estero e per arrivare fra il settimo ed il quarto posto in classifica vanno piu’ che bene.
    Nella prossima obbligata rifondazione questa eventualita’ e’ da prendere in considerazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*