Questo sito contribuisce alla audience di

Wolski: “Jovetic e gli altri slavi mi hanno aiutato ad ambientarmi a Firenze”. Il retroscena della grazia di Montella

Il centrocampista della Fiorentina Rafal Wolski, giunto a gennaio dal Legia Varsavia, ripercorre la sua breve esperienza a Firenze, culminata con l’esordio nell’ultima giornata a Pescara: “Un ritorno in prestito al Legia potrebbe essere possibile, ma la mia priorità è continuare a giocare in maglia viola. Grazie ai ragazzi slavi come Jovetic, Ljajic, Savic e Tomovic sono riuscito ad ambientarmi meglio, visto che all’inizio avevo molti problemi con la lingua. Peccato che all’inizio non potevo giocare a causa dell’infortunio, ma mi sono allenato tantissimo. Montella ha dato un bel gioco alla squadra, oltretutto efficace. Ad inizio stagione tutti avrebbero firmato per il quarto posto, peccato che in Champions ci è andato il Milan segnando due reti un po’ strane”. Infine Wolski racconta un episodio in cui è stato graziato da Montella: “Sbagliai l’orario dell’allenamento e giunsi tardi, per fortuna era all’inizio della mia esperienza a Firenze e l’allenatore ha avuto pietà risparmiandomi così la multa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA